Paradossi climatici

Niente caldo, siamo inglesi: Londra nel panico per “appena” 32 gradi, misure eccezionali

Le autorità londinesi hanno attivato protocolli di intervento che scattano soltanto quando c’è un allarme terroristico. Temperature inusuali per l’Inghilterra ma non certo infernali come quelle del Mediterraneo

65
di Redazione
12 luglio 2022
14:01
Un panorama di Londra
Un panorama di Londra

Niente caldo, siamo inglesi. Le autorità londinesi sono letteralmente nel panico a causa dell’ondata di caldo che sta investendo l’Inghilterra. E potrebbe anche starci. Se non fosse che il termometro ha toccato “appena” i 32 gradi. Ma tanto è bastato per generare un forte allarme nella popolazione e nelle autorità. È quanto riferisce il corrispondente da Londra del Corriere della Sera, Luigi Ippolito, che descrive una «nazione nel panico più totale».

«In questi casi noi andremmo al mare – continua il suo articolo - loro hanno riunito il Cobra, il comitato per le situazioni d’emergenza (quello convocato di solito per i grandi attentati terroristici). Lo scenario è apocalittico (o almeno così lo dipingono). Ieri l’ufficio metereologico nazionale ha diramato un allarme in cui si mette in guardia dal pericolo di vita rappresentato dal grande caldo (avvertenza: in Inghilterra la soglia per dichiarare ufficialmente la “heatwave”, l’ondata di calore, è 25 gradi, cioè quello che da noi è tepore primaverile). I meteorologi hanno avvisato che ci saranno problemi sulle strade, le ferrovie, le forniture di acqua ed energia: “È probabile che saranno richiesti sostanziali cambiamenti nelle pratiche di lavoro e nelle routine quotidiane”».
Insomma, l’aria del vicino è sempre più fresca.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top