Partecipa ad un Covid party: «Il virus è una bufala». Muore dopo pochi giorni

Era convinto che il virus fosse una bufala così aveva partecipato ad un party senza rispettare le norme di distanziamento sociale

163
di Redazione
13 luglio 2020
12:06
Party, immagine di repertorio da pixels
Party, immagine di repertorio da pixels

Era convito che il coronavirus fosse una bufala. Così ha partecipato ad un “Covid party” non rispettando nessuna regola di distanziamento sociale. Una volta contratto il virus, però, il giovane è morto in ospedale.

 

La vicenda è avvenuta in Texas, a San Antonio, dove il trentenne avrebbe poi confessato a un'infermiera di essersi sbagliato: «Ho fatto un errore a pensare che questo virus fosse una truffa».

Quello dei Covid party è un fenomeno preoccupante molto diffuso in America. Vengono organizzati per vedere chi si contagia per primo. Intanto si moltiplicano gli appelli online per dissuadere i giovani dall'organizzare e partecipare a Covid Party. Dalle celebrità ai dottori, tutti invitano i giovani a stare a casa. Jane Appleby, medico in servizio al Methodist Hospital dove è morto il ragazzo, ha evidenziato che «Nessuno di noi è invincibile. Per favore, indossate le mascherine, restate a casa quando potete, evitate gli assembramenti e lavatevi spesso le mani».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio