L’intervista

Totti racconta la sua verità: «Non ho tradito per primo, ho trovato i messaggi di Ilary con un altro»

Il campione della Roma ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera per raccontare la fine del suo matrimonio. «Persone di cui mi fidavo mi hanno avvertito e così ho guardato nel suo cellullare. Noemi è entrata nella mia vita solo dopo»

132
di Redazione
11 settembre 2022
11:46
Francesco Totti e Ilary Blasi
Francesco Totti e Ilary Blasi

Francesco Totti racconta la sua verità sul matrimonio fallito con Ilary Blasi. E lo fa attraverso una lunga intervista che ha concesso ad Aldo Cazzullo del Corriere della Sera.

«Questa storia per me non è gossip. Questa storia per me è carne e sangue. C’è di mezzo la mia vita. Ci sono di mezzo tre persone che amo più di me stesso: i miei figli, che voglio proteggere in ogni modo. E c’è un amore durato vent’anni. Tutto mi sarei aspettato, tranne che finisse così», questa è la premessa con la quale il campione di calcio, ex capitano della Roma accetta di raccontare come è naufragato il suo rapporto ventennale con Ilary.

«Non è vero che sono stato io il primo a tradire», mette in chiaro parlando con Cazzullo.

«Ho letto in queste settimane troppe bufale, alcune di queste hanno fatto soffrire i miei figli: ora basta». Totti ha dunque smentito che la fine del matrimonio si sia consumata per la relazione che ha intrecciato con Noemi Bocchi, l’attuale nuova fidanzata.

Il motivo, a suo dire, sarebbe stato il tradimento della moglie, che avrebbe scoperto nel più scontato dei modi: leggendo dei messaggi sul suo cellullare. Prima qualcuno gli aveva messo la pulce nell’orecchio: tua moglie ti tradisce, gli avrebbero riferito. Da qui la decisione sofferta («non l’avevo mai fatto in vent’anni») di sbirciare nel cellullare tra le sue conversazioni private.

«Ho trovato i messaggi – racconta Totti al Correrie della Sera - E ho visto che c’era una terza persona (la parrucchiera della moglie, ndr), che faceva da tramite tra Ilary e un altro». I messaggi erano espliciti: «Qualcosa tipo: vediamoci in hotel; no, è più prudente da me».

«Ho vissuto un periodo difficile - aggiunge - prima perché ho smesso di giocare. Poi è arrivata la morte di mio padre per Covid. E proprio quando avevo più bisogno di mia moglie lei non c'è stata. Ma anche io ho delle colpe, avrei dovuto dedicarle più attenzioni».


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top