27esimo giorno di guerra

Ucraina, Mosca: «Armi nucleari solo se minacciati». A Kherson in 300 mila senza cibo e medicine - LIVE

A comunicare il dato è stato il ministro della salute ucraino Viktor Lyashko parlando alla televisione nazionale. Nel frattempo nella capitale un drone colpisce un istituto scientifico, almeno un morto

51
di Redazione
22 marzo 2022
16:40

L'Ucraina si è svegliata anche oggi con gli allarmi delle sirene antiaeree, che hanno risuonato in 17 delle 24 regioni del Paese. E si riaffaccia anche la paura delle armi chimiche e biologiche: le accuse russe che Kiev abbia tali armamenti «sono false» e un «chiaro segnale» che Vladimir Putin «starebbe valutando di usarli entrambi» nella guerra, ha affermato il presidente americano Joe Biden.

Dopo i videocollegamenti con Parlamenti d'Europa, Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Germania e Israele, il presidente ucraino Zelensky parlerà da Kiev anche alle Camere italiane, riunite a Montecitorio. Un discorso che, in linea con i precedenti, si preannuncia duro, come duro è il conflitto che sta lacerando la sua terra, e appassionato, probabilmente accompagnato da un appello a fare di più per difendere l'Ucraina. Ad ascoltarlo, in tarda mattinata, ci saranno Elisabetta Casellati, Roberto Fico, il premier Mario Draghi, l'ambasciatore ucraino, Yaroslav Melnyk, e i parlamentari.


22 marzo

ORE 21.45 - «Forze russe stanno finendo scorte di cibo»

Le forze russe in Ucraina hanno problemi logistici e stanno finendo le loro scorte di cibo. Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un briefing con la stampa. La Russia «non ha raggiunto nessuno degli obiettivi strategici che si era prefissata», ha sottolineato Kirby.

ORE 20.50 - Mosca: «Armi nucleari solo se minacciati»

«La Russia ha un concetto molto chiaro sull'uso dell'arma nucleare: solo in caso di minaccia all'esistenza stessa del Paese», ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in una intervista con Christiane Amanpour per Cnn.

ORE 19.30 - Il sindaco di Kiev: «Non ci arrenderemo mai»

«Nel peggiore dei casi moriremo, ma non ci arrenderemo mai». Così si è espresso oggi il sindaco di Kiev Vitali Klitschko via video davanti al Consiglio d'Europa mentre le truppe russe tentavano di circondare la sua città. «Come sindaco di Kiev, vi prometto una cosa, i russi non entreranno mai a Kiev», ha detto l'ex campione del mondo di boxe. «Abbiamo fortificato ogni edificio, ogni strada, ogni angolo della città. Combatteremo per difendere la nostra città e il nostro futuro. Non ci inginocchieremo", ha proseguito.

«Nel peggiore dei casi moriremo, ma non ci arrenderemo mai». Vitali Klitschko ha invitato gli Stati europei a sostenere «economicamente, politicamente e militarmente» l'Ucraina contro la Russia. «Abbiamo bisogno di armi, stiamo combattendo contro uno degli eserciti più potenti del pianeta».

ORE 17.40 - «I russi sono in difficoltà»

«Stiamo vedendo dei contrattacchi delle forze dell'Ucraina contro Mosca». Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un'intervista alla Cnn sottolineando che ci sono dei "segnali" di questi contrattacchi da parte di Kiev. «I russi sono in difficoltà», ha ribadito il portavoce della Difesa.

ORE 17.35 - Dieci ospedali completamente distrutti dai bombardamenti.

Lo ha detto il ministro della salute ucraino Viktor Lyashko parlando alla televisione nazionale, citato da The Guardian. «Il nemico ha già bombardato 139 ospedali, le cure mediche non possono più essere fornite lì e queste strutture vanno ricostruite da zero. Questa sarà una nuova costruzione, che spero inizi il prima possibile», ha detto Lyashko. Altri ospedali non hanno potuto essere approvvigionati di medicine e altre forniture a causa dei combattimenti nelle vicinanze, ha aggiunto.

ORE 17.01 - Drone colpisce un istituto scientifico a Kiev, almeno un morto

Almeno una persona è stata uccisa nell'attacco di un drone russo contro un istituto scientifico a Kiev. Il fumo si è alzato da un edificio bianco di sette piani dell'Istituto per i materiali super duri a nord-ovest di Kiev, parte dell'Accademia Nazionale delle Scienze dell'Ucraina. Un funzionario dell'intelligence del ministero della Difesa ha detto che tre persone erano morte, ma non c'è stata altra conferma del bilancio. "Nel raid le forze armate russe hanno usato i droni Orlan, uno dei quali ha sganciato una bomba, in seguito alla quale i locali hanno preso fuoco", ha detto all'AFP il funzionario.

ORE 16.14 - A Kherson in 300.000 senza cibo e medicine 

Il ministero degli Esteri ucraino ha dichiarato che circa 300.000 persone nella città occupata di Kherson non avevano cibo e forniture mediche e ha accusato la Russia di bloccare l'evacuazione dei civili nel territorio controllato dall'Ucraina. "I 300mila cittadini di Kherson stanno affrontando una catastrofe umanitaria a causa del blocco dell'esercito russo. Il cibo e le forniture mediche sono quasi esaurite, ma la Russia si rifiuta di aprire corridoi umanitari per evacuare i civili", ha detto su Twitter il portavoce del ministero Oleg Nikolenko.

ORE 15.50 - Il vicesindaco di Mariupol: lo scopo di Putin è il genocidio

Lo scopo di Vladimir Putin «è il genocidio del popolo ucraino, distruggere l'etnia ucraina» e «non abbiamo neanche calcolato quante sono le persone uccise ma fra loro ci sono anche russi», quindi «Putin e il suo esercito uccidono sia l'etnia ucraina, sia i russi». È quanto ha detto il vicesindaco di Mariupol, Sergey Orlov, in collegamento con RaiNews24. «Siamo assolutamente sicuri che si tratti di un genocidio non solo contro gli ucraini ma anche contro altri. Tutti devono saperlo nell'Ue perché è un crimine terribile», ha aggiunto.

ORE 15.01 - Da inizio guerra 81 bimbi assistiti dal Bambino Gesù, 21 ricoverati

«Sono ad oggi 81 i bambini ucraini  presi in carico dall'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dall'inizio della guerra, di cui 21 attualmente ricoverati». Lo  sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

ORE 11.43 - «Il nemico cerca di avanzare in direzione di Kharkiv, ma invano»

«Il nemico cerca di avanzare in direzione di Kharkiv, ma invano. Hanno fatto 84 attacchi di diverso tipo nelle ultime 24 ore». Lo fa sapere su Telegram Oleg Sinegubov, capo dell'amministrazione statale regionale di Kharkiv.

«Stamattina - aggiunge Sinegubov - le nostre forze armate hanno abbattuto un missile da crociera. L'esercito ucraino ha anche distrutto una colonna dei russi vicino a Izyum e chi è rimasto vivo è scappato abbandonando i mezzi militari». Il governatore infine fa sapere di essere al lavoro con la vicepremier Iryna Vereschuk per organizzare i corridoi umanitari.

ORE 11.00 - Zelnsky interviene al Parlamento italiano

Una standing ovation dei parlamentari italiani accoglie l'immagine in diretta proiettata sui video dell'Aula della Camera del presidente ucraino Zelensky. «117 bambini uccisi finora, questo è il prezzo per non aver fermato la Russia. Milioni di vite distrutte, e tutto è iniziato per una persona. Le persone vengono seppellite nelle fosse comuni. I missili russi non smettono di uccidere. Alcune città sono già state distrutte completamente come Mariupol, grande come Genova, dove io sono stato. Immaginate Genova completamente bruciata», ha affermato il premier ucraino.

ORE 10.00 – «Raffica di raid aerei a Kharkiv»

Più di 80 bombardamenti con artiglieria sono stati registrati a Kharkiv durante la notte. Lo riferisce il capo dell'amministrazione militare regionale Oleg Sinegubov citato da Unian.

«Ne abbiamo registrati 84, sono stati colpiti distretti di Saltivka, Danylivka, Kholodna Hora, il distretto Htz», ha detto Sinegubov. In totale, secondo il capo dell'Ova, più di 600 case a Kharkiv sono state distrutte nei bombardamenti. Un drone da ricognizione russo è stato abbattuto questa mattina nella direzione di Chuguiv.

ORE 9.23 - «La Russia non ha né armi chimiche né biologiche»

La Russia non ha né armi chimiche né biologiche e le accuse di Washington sono solo «insinuazione maligne». Lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, replicando al presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, secondo cui Vladimir Putin è con «le spalle al muro» in Ucraina e per questo potrebbe ricorrere all'uso di armi chimiche e biologiche.

ORE 9.21 - Medici e sanitari ucraini potranno esercitare la loro professione in Italia

Un decreto legge per permettere temporaneamente ai medici e ai sanitari ucraini in arrivo in Italia di esercitare la loro professione e di essere reclutati in strutture del Paese. Dall'entrata in vigore del provvedimento, pubblicato in Gazzetta ufficiale ieri 21 marzo, sarà «consentito l'esercizio temporaneo delle qualifiche professionali sanitarie e della qualifica di operatore socio-sanitario», si legge nel decreto, «ai professionisti cittadini ucraini residenti in Ucraina prima del 24 febbraio 2022 che intendono esercitare nel territorio nazionale, presso strutture sanitarie o sociosanitarie pubbliche o private, una professione sanitaria o la professione di operatore socio-sanitario in base a una qualifica professionale conseguita all'estero regolata da specifiche direttive dell'Unione europea».

ORE 8.46 - «117 i bambini che hanno perso la vita nel confitto ucraino dal 24 febbraio»

Sono almeno 117 i bambini che hanno perso la vita nel confitto ucraino dal 24 febbraio. Lo ha denunciato la commissaria della Verkhovna Rada (Parlamento ucraino) per i diritti umani, Lyudmila Denisova, sottolineando che è impossibile determinare il numero esatto visti i combattimenti in corso in molte arre del Paese. Lo riporta la Bbc.

ORE 8.33 - «Le truppe ucraine continuano a respingere i tentativi russi di occupare la città di Mariupol»

«Nonostante gli intensi combattimenti, le truppe ucraine continuano a respingere i tentativi russi di occupare la città meridionale di Mariupol». Lo riferisce l'intelligence britannica, nel suo ultimo aggiornamento della situazione sul terreno in Ucraina. Secondo l'intelligence, anche nelle ultime 24 ore le forze russe hanno fatto «progressi limitati» e la situazione è «in stallo» sulla maggior parte dei fronti.

ORE 8.00 - «Le forze russe hanno scorte di munizioni e cibo per non più di tre giorni»

Nel suo ultimo rapporto operativo, l'esercito di Kiev afferma che «secondo le informazioni disponibili, le forze di occupazione russe che operano in Ucraina hanno scorte di munizioni e cibo per non più di tre giorni».

ORE 7.49 - «925 il numero dei civili uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa»

È salito a 925 il numero dei civili uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, secondo l'ultimo calcolo dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani. I feriti sono 2.421. Tra le vittime accertate si contano 75 bambini, mentre quelli rimasti feriti sono 99.

ORE 7.45Zelensky insiste per un colloquio diretto con Putin

Volodymyr Zelensky insiste per un colloquio diretto con Vladimir Putin, «in qualsiasi formato» sia necessario. Parlando con una tv locale, il presidente ucraino ha sottolineato che «senza questo incontro è impossibile capire pienamente quello che sono pronti a fare per fermare la guerra».

Mariupol «è stata ridotta in cenere» dall'aggressione militare russa, «ma sopravviverà». Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo video diffuso nella notte, esortando il suo popolo «a combattere, a continuare a combattere». Dall'inizio dell'invasione russa, il 24 febbraio, «vediamo sempre più eroi ucraini, prima erano normali ucraini, ora sono veri combattenti».

ORE 7.30 - «I russi sono stati respinti da Makariv»

I russi sono stati respinti da Makariv, sostiene lo Stato maggiore delle Forze armate ucraine, secondo cui «in direzione di Mikolaiv, come esito del nostro contrattacco, il nemico si è visto costretto a ritirarsi al confine. Grazie alle azioni eroiche dei nostri difensori, è stata issata la bandiera nazionale ucraina sulla città di Makariv». Makariv si trova 60 chilometri a ovest di Kiev.

La cronaca del 21 marzo

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top