102esimo giorno di guerra

Bombardato centro di distribuzione aiuti umanitari: dentro vi sarebbero più di 40 persone - LIVE

Kiev si è svegliata sotto attacco. Intanto Mosca accusa l'Italia e i suoi media di alimentare una campagna anti-russa 

47
di Redazione
5 giugno 2022
18:30
foto dall’archivio ansa
foto dall’archivio ansa

Kiev e alcuni suoi distretti, questa mattina, si sono risvegliati sotto attacco da parte dei russi. Alcune esplosioni sono state sentite in città come confermato dal sindaco della capitale ucraina Vitali Klitschko su Telegram e dalle agenzie di stampa locale.

Intanto, la Russia denuncia «violazioni dei diritti dei cittadini russi» che vivono in Italia e «un’aperta campagna anti-russa da parte dei media italiani».


Lo scrive l'ambasciata russa a Roma sul suo profilo Facebook pubblicando stralci di un rapporto del ministero degli Affari esteri di Mosca «sulle violazioni dei diritti dei cittadini russi e dei connazionali all'estero» nel quale si osserva, tra le altre cose, «la crescita di sentimenti russofobi nella società italiana».

«In Italia nessuno sta portando avanti una campagna anti-russa, i media hanno solo raccontato le crudeltà commesse dall'esercito russo. Basta con questa mistificazione della realtà e con le provocazioni. L'Italia rispetta il popolo russo, che nulla c'entra con le folli scelte di Putin, e continuerà sempre a rispettarlo. Putin si sieda al tavolo delle trattative e metta la parola fine a questa guerra». Lo afferma il ministro Luigi Di Maio dopo la denuncia dell'ambasciata russa a Roma.

5 GIUGNO

18.45 - Ucciso generale russo

Un generale russo, Roman Kutuzov, sarebbe stato ucciso oggi durante i combattimenti vicino all'autostrada Artemivsk-Lysychansk, nell'Est dell'Ucraina. Secondo l'intellingence americana, finora sarebbero morti in Ucraina tra 8 e 10 generali russi.

18.30 - Cinque missili contro Kiev

«La Russia ha lanciato 5 missili da crociera X-22 dal Mar Caspio in direzione di Kiev, alle 6 del mattino (ora locale)». Lo ha comunicato lo stato maggiore delle forze armate ucraine. «Un missile è stato distrutto dall'unità di difesa aerea ucraina, mentre gli altri hanno colpito infrastrutture  nel nord della capitale».

17.00 - Bombardato centro aiuti umanitari: dentro più di 40 persone

La polizia ucraina ha condiviso un video che mostra le conseguenze dei bombardamenti russi nella città di Lysychansk, nella regione di Lugansk: la sede per la distribuzione degli aiuti umanitari è stata rasa al suolo, più di 40 persone vivevano stabilmente nell'edificio, ma non sono state fornite informazioni su eventuali vittime. Lo riporta il Guardian. Nelle immagini si vedono edifici amministrativi, residenziali e strade danneggiati.

15.35 - I russi perdono terreno a Severodonetsk

«I russi controllavano il 70% di Severodonetsk, ma nel giro di due giorni sono stati respinti, ora la città è divisa a metà. Gli occupanti hanno perso un numero enorme di personale, otto russi sono stati fatti prigionieri». Lo ha detto il governatore di Lugansk Serhiy Gaidai, citato da Ukrinform.

14.10 - Altri 28 civili morti nella regione di Kharkiv

La polizia della regione di Kharkiv ha registrato la morte di altri 28 civili nel distretto di Izyum controllato dalle truppe russe: lo ha reso noto il capo della divisione investigativa criminale del dipartimento principale della polizia nazionale ucraina nella regione, Serhii Bolvinov. Lo riporta Ukrinform. «La lista dei morti è stata aggiornata. Le nuove informazioni su 28 persone uccise in un periodo di tempo indefinito sono state ricevute dai territori occupati del distretto di Izyum», ha scritto Bolvinov. Al 4 giugno, un totale di 791 civili erano stati uccisi nella regione di Kharkiv, inclusi 39 bambini.

11.30 - Putin: se arriveranno armi Himars colpiremo nuovi obiettivi

"Se i sistemi Himars saranno consegnati (agli ucraini, ndr), ne trarremo le conseguenze appropriate e useremo le nostre armi distruttive, e ne abbiamo in quantità sufficienti, per colpire obiettivi che non stiamo ancora colpendo", ha affermato il Presidente russo, Vladimir Putin, in una intervista al canale televisivo Rossiya 1. Gli Stati Uniti si sono impegnati a consegnare alle forze ucraine quattro lanciarazzi di precisione Himars, ma con una gittata limitata a 50 chilometri.

11.20 - Attacco missilistico a Kiev partito da un aereo Tu-95 sul Caspio

"Se i sistemi Himars saranno consegnati (agli ucraini, ndr), ne trarremo le conseguenze appropriate e useremo le nostre armi distruttive, e ne abbiamo in quantità sufficienti, per colpire obiettivi che non stiamo ancora colpendo", ha affermato il Presidente russo, Vladimir Putin, in una intervista al canale televisivo Rossiya 1. Gli Stati Uniti si sono impegnati a consegnare alle forze ucraine quattro lanciarazzi di precisione Himars, ma con una gittata limitata a 50 chilometri.

8.20 - Zelensky: «Russi pronti a tutto. non risparmiano neanche le chiese»

Dopo la distruzione del Monastero della Dormizione, andato a fuoco "a causa dei bombardamenti dell'artiglieria russa", il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha pubblicato questa notte un video su Instagram in cui sottolinea come il monastero sia la più grande chiesa ortodossa ucraina, collegata alla Chiesa ortodossa russa. "Anche questo - dice Zelensky - non ferma l'esercito russo. Sono pronti a bruciare tutto: le chiese ortodosse come qualsiasi altra cosa in Ucraina".

8.00 - Missili russi nella regione di Donetsk

Le forze russe hanno lanciato ieri sera un attacco missilistico contro la città di Kramatorsk, nella regione di Donetsk (est): lo ha reso noto su Facebook il sindaco, Oleksandr Honcharenko. Lo riporta Ukrinform. Secondo Honcharenko non ci sono vittime, ma "due aziende sono state gravemente danneggiate".

6.05 - Kiev, il sindaco «Esplosioni in due distretti»

Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha confermato su Telegram che la capitale è sotto attacco: "Le esplosioni in particolare riguardano i distretti di Darnytsky e Dniprovsky". I servizi di soccorso sono già stati attivati e sono sul posto, ha aggiunto il sindaco.

5.30 - Potenti esplosioni nella capitale Kiev

Una potente esplosione è stata udita nella capitale ucraina Kiev. Le agenzie locali di stampa riferiscono di diverse testimonianze convergenti. Una colonna di fumo si è levata da un quartiere della capitale. Dall'alba le sirene d'allarme per attachci stanno risuonando in molte città del Paese, inclusa Kiev.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top