La rivelazione

Un funzionario ucraino al New York Times: «Gli 007 di Kiev dietro l’esplosione del ponte in Crimea»

Secondo la fonte rimasta anonima a causa del divieto del governo di parlare dell'esplosione l'intelligence ha orchestrato l'esplosione, utilizzando un camion-bomba guidato

29
di Redazione
9 ottobre 2022
19:30

L'intelligence ucraina ha avuto un ruolo decisivo nell'esplosione che ha colpito il ponte di Kerch, che collega la Crimea alla Russia, provocando un incendio sull'infrastruttura. Lo ha riferito un funzionario ucraino al New York Times, confermando quanto sostenuto dalla Russia.

Secondo la fonte, rimasta anonima a causa del divieto del governo di parlare dell'esplosione, gli 007 di Kiev hanno orchestrato l'esplosione, utilizzando un camion-bomba guidato attraverso il ponte.


Intanto, il ministero dei Trasporti russo rende noto che al momento regolare il traffico ferroviario lungo il ponte. «Attualmente, i treni merci e passeggeri a lunga percorrenza si muovono lungo il ponte di Crimea secondo l'orario standard», si legge nella nota in cui precisa che il traffico passeggeri lungo le linee suburbane sarà ripristinato alle 19 (le 18 in Italia).

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top