Emergenza pandemia

Vaccini anti-Covid, in Israele terza dose agli over 60: è il primo Paese al mondo

Il premier Naftali Bennett: «Chiamate i vostri genitori e i vostri nonni, assicuratevi che la ricevano. La realtà dimostra che il farmaco protegge dalla forma grave della malattia e dalla morte»

124
di Redazione
30 luglio 2021
08:35
foto Ansa
foto Ansa

Terza dose di vaccino covid da domenica in Israele per le persone di età superiore ai 60 anni. Il primo ministro Naftali Bennett ha annunciato la svolta con un annuncio in tv: Israele, che ha puntato soprattutto sul vaccino Pfizer, nel panorama caratterizzato dalla variante Delta diventa così il primo paese al mondo a varare la terza dose nel ciclo di vaccinazione.

«Chiamate i vostri genitori e i vostri nonni, assicuratevi che ricevano la terza dose», le parole del premier. «La realtà dimostra che i vaccini sono sani e dimostra che proteggono dalla forma grave della malattia e dalla morte. In questo caso vale ciò che accade per il vaccino contro l'influenza, che va rifatto di volta in volta», aggiunge.


In Israele, la terza dose verrà somministrata agli over 60 che abbiano ricevuto la seconda dose almeno 5 mesi fa: «Darà al vostro organismo una protezione fortissima. Fate la terza dose, prendetevi cura di voi e dei vostri cari», dice il premier. Il presidente Isaac Herzog, riferisce il quotidiano Haaretz, riceverà la terza dose già venerdì mattina, con 2 giorni d'anticipo rispetto all'apertura della campagna. «C'è una gara tra i vaccini e la pandemia», dice il primo ministro, evidenziando la necessità di aumentare il numero dei vaccinati per evitare nuove restrizioni.

La svolta arriva poche ore dopo il parere degli esperti che hanno raccomandato la somministrazione della terza dose per le fasce più anziane della popolazione. Solo oggi, però, è stato definito il limite dei 60 anni.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top