ACQUA NON POTABILE IN TRE COMUNI DEL VIBONESE. DIVIETO A PIZZO, DRAPIA E NICOTERA

Il provvedimento di divieto d'uso dell'acqua ai fini potabili interessa tre comuni del vibonese: Pizzo, Drapia e Nicotera,

26 settembre 2014
00:00

VIBO VALENTIA- Tre sindaci del vibonese hanno  emesso altrettanti divieti di utilizzo per uso potabile ed alimentare dell'acqua proveniente dalla rete idrica comunale. Il primo divieto, emesso dal sindaco di Pizzo Calabro, Gianluca Callipo, interessa la localita' Prangi, il centro storico di Pizzo, la zona Marina e la zona della Stazione per la presenza di coliformi superiori ai parametri di legge. Analogo provvedimento a Nicotera, dove il primo cittadino Francesco Pagano, ha invece vietato l'uso dell'acqua proveniente dal serbatoio comunale sito in localita' Santa Barbara a Nicotera Marina. In questo caso nell'acqua e' stata riscontrata la presenza di manganese in quantita' superiori ai limiti consentiti. A Drapia, infine, il sindaco Antonio Vita ha vietato l'uso dell'acqua in tutto il territorio comunale, comprese le frazioni di Gasponi, Sant'Angelo e Caria. Anche in questo caso i parametri di potabilita' non rientrano nei limiti di legge. (ci)

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio