Imprenditrice “falsa” invalida a Corigliano-Rossano, i giudici le danno ragione

Il Tribunale di Castrovillari ha riconosciuto l’invalidità ed il diritto alle relative provvidenze. Alla donna erano stati sequestrati beni per 181mila euro

14
di Redazione
4 luglio 2020
07:53
La donna accusata di essere una falsa invalida
La donna accusata di essere una falsa invalida

Nuovi risvolti sul caso dell’imprenditrice “falsa invalida” di Corigliano Rossano. I dettagli sono contenuti in una nota inviata dallo studio legale Sammarro. Qui, infatti si legge che «successivamente al ricorso presentato dinanzi al Tribunale di Castrovillari nell'interesse dell'indagata Carmela Falsetta dal suo difensore di fiducia Francesco Sammarro, è stato ottenuto il riconoscimento dell'invalidità al 100% ed il diritto alle relative provvidenze».


Pertanto: «Dopo il clamore mediatico suscitato dal sequestro dei beni della signora, per la somma di 181mila euro, per presunta truffa all’Inps lo stesso ente ha convocato a visita l’indagata alla quale, forte del provvedimento cautelare nonché del clamore mediatico revocava il beneficio del sussidio di accompagnamento».

 

Sicura delle proprie ragioni, la donna ha proposto ricorso giudiziario avanti al Tribunale di Castrovillari tramite il proprio difensore di fiducia, Francesco Sammarro del Foro di Castrovillari: «In accogliento delle richieste di cui in ricorso, il Tribunale, ha riconosciuto e accertato per sussistente l'invalidità in capo alla signora Falsetta così tanto messa in dubbio dalla locale Procura della Repubblica senza alcun supporto medico- scientifico. Il legale Sammarro, soddisfatto di questa vittoria, punta ora ad ottenere ulteriore  giustizia per la sua assistita».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio