Asp Catanzaro, Furgiule (Lega) contro i commissari: «Inadeguati, Governo li rimuova»

Il deputato del Carroccio ha presentato un ordine del giorno alla Camera che mette in discussione la gestione dell’Azienda sanitaria e in generale della Sanità calabrese. Nel mirino caso Sant’Anna e mancato adeguamento degli organici

256
di Redazione
21 aprile 2021
10:27
Domenico Furgiuele
Domenico Furgiuele

Il deputato della Lega, Domenico Furgiuele ha presentato alla Camera un ordine del giorno con il quale impegna il Governo «a valutare l'opportunità di promuovere, con urgenza, la rimozione dei commissari dell'azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e, in generale, l'adozione di un intervento correttivo sull'azione del commissario ad acta regionale la cui azione si sta rivelando obiettivamente non all'altezza delle esigenze dei cittadini calabresi».

«Il decreto-legge all'esame dell'Aula - sostiene il parlamentare leghista - reca misure urgenti per fronteggiare e contrastare la pandemia da Covid-19 che da oltre un anno affligge il nostro Paese con conseguenze pesantissime sul piano sanitario, economico e sociale; le strategie di contenimento della pandemia, che il decreto-legge si propone di rafforzare, non possono prescindere da un potenziamento del servizio sanitario, al quale devono essere garantite strutture, personale e risorse adeguati per assicurare in questo delicato momento l'erogazione dei livelli essenziali di assistenza in favore dei cittadini».


Per Furgiuele «la maggior parte delle regioni ha portato a compimento questo processo virtuoso, adeguando in breve tempo la capacità delle reti di assistenza ospedaliera e territoriale alle mutate esigenze determinate dalla pandemia da Covid-19» mentre nella Regione Calabria «la cui sanità - lo si rammenta - si trova da anni sotto il controllo diretto dello Stato e dei commissari ad acta, il percorso che si sta seguendo è invece paradossalmente inverso e pare finalizzato all'indebolimento, piuttosto che al rafforzamento del Servizio sanitario regionale».

«È il caso, in particolare - sottolinea il deputato della Lega - della triade commissariale a capo dell'azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, che da tempo si contraddistingue per il distacco dalle istanze dei cittadini e per la sua obiettiva incapacità nel risolvere le gravi emergenze dei territori di competenza. L'atto aziendale adottato dai predetti commissari, infatti, non tiene conto dell'esigenza estremamente urgente e improcrastinabile di procedere all'assunzione di personale medico e paramedico».

«Ulteriori criticità riguardano – conclude - l'ospedale di Lamezia Terme, che viene nuovamente marginalizzato, nonché il Sant'Anna Hospital di Catanzaro, una delle eccellenze sanitarie del Mezzogiorno, la cui mancata contrattualizzazione getta nella disperazione centinaia di lavoratori e rischia di interrompere l'erogazione di servizi e prestazioni essenziali per i cittadini calabresi, nonostante la delicata situazione epidemiologica in atto».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top