Castrolibero, giunta irregolare: «Non rispetta la parità di genere»

Il Tar accoglie il ricorso presentato dai consiglieri di minoranza. Uno dei tre assessori uomini dovrà essere sostituito da una donna

131
di Salvatore Bruno
18 settembre 2019
18:06

La giunta del comune di Castrolibero non rispetta i vincoli di legge sulla parità di genere. Per questo il Tar di Catanzaro, accogliendo il ricorso presentato dai consiglieri di minoranza Francesco Calvelli, Anna Giulia Mannarino e Aldo Figliuzzi, ha annullato i decreti con cui, nel giugno del 2018, il sindaco Giovanni Greco, ha nominato assessori Angelo Gangi, Nicoletta Perrotti, Francesco Serra e Marco Porcaro. L'esecutivo nominato dal sindaco di Castrolibero, scrivono i giudici amministrativi nel dispositivo, non garantisce una rappresentanza di genere di almeno il 40 per cento. «Una violazione palese della Legge Delrio in cui è incappato l'Ente - ha detto l'avvocato Francesco Luberto, estensore del ricorso - Non potevano esserci dubbi sulla fondatezza dell'azione legale né sull'esito del procedimento». La sentenza è immediatamente esecutiva. Per cui appena sarà notificata, il sindaco dovrà necessariamente modificare la composizione della propria giunta, anche nel caso in cui decidesse di proporre appello al Consiglio di Stato.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio