Chiaravalle, sindaco al quarto giorno di sciopero della fame

Continua la protesta di Domenico Donato riguardo la mancata riconversione dell’ex ospedale cittadino “San Biagio” in casa della salute. Intanto la vicenda approda in parlamento

2 ottobre 2017
11:58
Sindaco Domenico Donato
Sindaco Domenico Donato

La deputata del M5S Dalila Nesci ha incontrato il sindaco Mimmo Donato, entrato nel suo quarto giorno di sciopero della fame, annunciando una sua interrogazione parlamentare al ministro Lorenzin «per accertare tutti i profili di responsabilità che hanno portato al blocco del finanziamento e allo stallo del progetto». La Nesci, secondo quanto riporta una nota, ha visitato la struttura sanitaria, occupata giorno e notte dagli amministratori in segno di protesta e ha ricevuto dal sindaco un copioso carteggio, comprendente i più recenti scambi di corrispondenza tra gli uffici della Regione Calabria e quelli dell'Asp di Catanzaro che purtroppo però non hanno fanno altro che affossare l’iter della riconversione.

 


Si attendono risposte dal presidente della Regione Mario Oliverio che la stessa Dalila Nesci aveva provato a contattare, senza ricevere alcune risposta.

In questi giorni, come riporta una nota agi, sono state tantissime le testimonianze di vicinanza e solidarietà verso il sindaco Donato, segnato dalle notti insonni e dall’astinenza da cibo. Adesioni e consensi alla sua battaglia, in nome di un intero comprensorio, sono giunte anche dalla squadra di calcio locale che prima di una partita si è recata presso l’ex ospedale , tra questi anche Saverio Arena (giovane professionista chiaravallese) che ha dichiarato «Un obiettivo di tutti, senza bandiere e divisioni».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio