Comune di Orsomarso, De Caprio scioglie il nodo: «Mi dimetto da sindaco»

L'ormai ex primo cittadino ha deciso di mantenere la carica di consigliere regionale e di presidente dell'Antindrangheta. Il saluto alla comunità: «Saprò ripagare la vostra fiducia» 

190
di Francesca  Lagatta
24 giugno 2020
17:29
Antonio De Caprio mentre consegna la fascia tricolore al vicesindaco Alberto Bottone
Antonio De Caprio mentre consegna la fascia tricolore al vicesindaco Alberto Bottone

Antonio De Caprio ha deciso: manterrà la carica di consigliere regionale. Il due volte sindaco di Orsomarso, nel frattempo diventato inquilino di Palazzo Campanella, ha comunicato ufficialmente le sue intenzioni ancora prima di essere formalizzate.

 

L'iter di incompatibilità delle cariche era stato avviato lo scorso 18 giugno dal consiglio comunale orsomarsese, riunitosi in seduta urgente e straordinaria proprio per contestare la posizione del giovane politico. De Caprio, pochi giorni fa, è stato anche nominato presidente della commissione regionale anti 'ndrangheta e gli impegni già assunti avevano fatto intuire che l'esperienza da primo cittadino, per il momento, sarebbe giunta al termine.

 

La legge, infatti, non consente a un sindaco di ricoprire, contemporaneamente, il ruolo di consigliere regionale ed è pertanto necessario scegliere di mantenere l'una o l'altra carica.

La lettera

Per comunicare le sue decisioni, De Caprio ha scelto la piazza social, dove in questi anni ha consolidato il suo consenso. «Cari concittadini – si legge su Facebook – è giunto il momento di salutarci, consegno formalmente le redini del nostro Comune a chi, con la mia stessa passione e tenacia, vi guiderà fino alle prossime elezioni». Il post è corredato da alcune foto in cui si vede l'ormai ex sindaco consegnare la fascia tricolore al vicesindaco Alberto Bottone.

L'impegno durante l'emergenza sanitaria

A quanti si chiedono perché De Caprio abbia atteso cinque mesi prima di prendere una decisione, spiega: «In un periodo come quello appena trascorso, di certo non potevo non mostrarvi la mia vicinanza. Durante l’emergenza sanitaria, nonostante i sopraggiunti impegni istituzionali, ho sempre continuato ad amministrare il nostro Comune, con la dedizione e la premura di sempre, senza mai sottrarmi alle mie responsabilità, assumendo a volte decisioni estremamente delicate e difficili per la vostra tutela e per la vostra salute. Da primo cittadino è stato per me un dovere morale, più che istituzionale».

La sua eredità nelle opere

Prima di congedarsi dal ruolo di sindaco, il giovane De Caprio stila la lista delle opere pubbliche che, grazie al suo impegno, saranno avviate nel Comune di Orsomarso entro il 2020. Si va dall'edilizia scolastica, alla messa in sicurezza della strada Orsomarso-Santa Maria Del Cedro, dalla realizzazione delle reti fognarie e impianti di fitodepurazione, ai lavori di "Sport, Natura e Salute", il progetto di realizzazione di un impianto sportivo.

 

Ci sono, poi, la riqualificazione e la messa in sicurezza dell'eremo di San Nilo, la messa in sicurezza del torrente Porta La Terra e la fornitura del trenino elettrico e di mountain bike elettriche, per la mobilità sostenibile nel centro storico e nella valle del fiume argentino.

Il saluto alla comunità

Poi giunge il momento dei saluti: «A voi concittadini esprimo, una gratitudine particolare perché rappresentate l’essenza di una comunità che, dandomi fiducia, ha reso possibile l’elezione a consigliere regionale e oggi presidente della commissione anti 'ndrangheta. Sono certo che la fiducia ricevuta in questi anni saprò ricambiarla con le attenzioni che meritate e che merita il nostro borgo. Con l’affetto e la stima di sempre».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio