Corigliano-Rossano, il capogruppo di minoranza: «Compravendita dei loculi? Denunciate in Procura»

Pronta la replica di Gino Promenzio rappresentante di Civico e Popolare in Consiglio comunale sulle ipotesi di mercato nero prospettate nel cimitero dal movimento C-R Pulita

7
di Matteo Lauria
22 febbraio 2021
15:09
Gino Promenzio (Civico e popolare)
Gino Promenzio (Civico e popolare)

«Si denunci all’autorità giudiziaria». Pronta la replica del capogruppo di Civico e Popolare in Consiglio comunale Gino Promenzio alle ipotesi di mercato nero prospettate nel cimitero di Corigliano-Rossano dal movimento Corigliano-Rossano Pulita il cui gruppo presuppone l’esistenza  di una vera e propria compravendita di loculi con prezzi oscillanti tra i 15.000 e i 120.000.

«Se tutto ciò dovesse essere vero sarebbe bene che anche i concittadini iniziassero a denunciare tale atrocita - prosegue il consigliere -. Dimenticano, e forse non conoscono affatto, il ruolo quasi sacro di rappresentante del popolo che hanno i consiglieri comunali. Ebbene, questi signori non sono essi stessi cittadini? Perché non denunciano ai carabinieri o in Procura ciò che dicono? Qualcuno gli ha spiegato che rappresentano e sostengono il sindaco e questa giunta ormai al capolinea?».


Il movimentista accusa Corigliano Rossano Pulita di incoerenza, e richiama alcune personalità interne che, cumunque, hanno avuto dei punti di contatto con il passato: «Chissà che ne pensano gli ex sindaci della ex città di Corigliano Geraci e Genova  grandi elettori di questa amministrazione inconcludente e fallimentare? Oppure Maria Salimbeni che sostenne più d’una giunta del passato? Oppure Tonino Caracciolo, che il sindaco, oggi, continua a farlo?».

 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top