Coronavirus Calabria, la Cgil: «Santelli chiarisca il caso tamponi»

Sposato: «Centinaia di test non processati? Fatto di una gravità estrema, intervenga il commissario Arcuri»

553
di Redazione
12 maggio 2020
14:29
Angelo Sposato
Angelo Sposato

«Nei giorni scorsi avevamo chiesto chiarimenti sul perché in Calabria ci fosse la media più bassa dei tamponi eseguiti e perché i tamponi venivano processati fuori regione. Oggi, se fosse vera la notizia delle centinaia di tamponi non processati, sarebbe un fatto di una gravità estrema».

Così il segretario generale della Cgil calabrese, Angelo Sposato.

 

La presidente della Regione, responsabile emergenza Covid-19 in Calabria e il commissario ad acta alla sanità – conclude Sposato – devono fare immediatamente chiarezza e dire la verità ai cittadini. Sarebbe necessario l'intervento del commissario nazionale all'emergenza Covid-19, Arcuri per avere i riscontri necessari sulle responsabilità».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio