Il piano

Edilizia sanitaria e Pnrr, nel piano che Spirlì ha tenuto nascosto due progetti per la sua Taurianova

VIDEO | Nella cittadina dell'ex presidente ff prevista l'apertura di una Casa della Comunità e di un Centro operativo territoriale: luci e ombre di un documento che neanche Occhiuto considera definitivo  

77
di Agostino Pantano
26 dicembre 2021
16:00

Due delle 5 Case della comunità da aprire nella Piana reggina, risultano classificate con una funzione che attualmente non hanno. A Taurianova e Palmi il Piano che il governatore Occhiuto ha ammesso che è stato scritto in appena 4 giorni, sebbene finanziati infatti non sono mai stati avviati questi presidi – ovvero le cosiddette Casa della Salute - e lo stesso dicasi per Oppido Mamertina dove, nel documento trasmesso all’Agenas per autorizzare i finanziamenti dal Pnrr, la Casa mai aperta è indicata come futuro Ospedale di Comunità.
Incongruenze, ovvero - si spera - un problema solo formale che lo stesso commissario ha garantito che da qui a marzo si risolverà, e che comunque conferma una volta di più come alla Cittadella si sia agito in fretta e furia, pur di non perdere gli oltre 70milioni prima trance dei fondi del Recovery Found.

E se lo stesso Occhiuto si è precipitato a precisare che il documento trasmesso a Roma «non è definitivo», c’è da capire cosa succederà, da qui a quando il Piano verrà autorizzato, rispetto all’iter per la costruzione, dopo 14 anni, del nuovo ospedale della Piana. Infatti, a Cittanova e Oppido Mamertina – dove si prevedono 20 posti più 20 – si pensa ad altrettanti Ospedali di comunità che dovranno essere integrati in una rete oggi incentrata sull’unico presidio aperto, ovvero quello di Polistena.


 

Nella Piana infine rimane un’altra esigenza di chiarimento, relativa al Centro operativo territoriale – da aprire anche questo a Taurianova, nei locali che oggi ospitano il poliambulatorio – per capire intanto cosa siano questo tipo di strutture e, poi, per quale ragione è stata decisa la sua localizzazione nel paese dell’ex presidente f.f. Nino Spirlì, alla cui gestione vengono imputati i ritardi nel varo del Piano di una Regione che solo in questa cittadina ha raddoppiato le offerte di servizi.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top