Elezione Metro City, dalla Piana una lista contro la gestione Falcomatà

VIDEO | Schieramento trasversale con impronta territoriale, varato dai sindaci di sinistra di Polistena e Cinquefrondi. Gioia Tauro si defila, mentre il primo cittadino di Palmi si candida contro  

37
di Agostino Pantano
4 gennaio 2021
21:00

Confermate le elezioni per il rinnovo del Consiglio della Città metropolitana di Reggio Calabria, tra le liste presentate ce n'è una espressione degli amministratori della Piana di Gioia Tauro. Lo schieramento, che si definisce alternativo al Pd e al centrodestra, è stato presentato in conferenza stampa, nella sala consiliare di Polistena, alla presenza dei sindaci di Melicucco, Serrata, Maropati, San Ferdinando, Feroleto della Chiesa, Cinquefrondi e appunto Polistena.

Proprio il ruolo trainante dei vertici di questi due ultimi municipi, rispettivamente Michele Conia e il vice sindaco Michele Tripodi, rappresenta una notevole novità politica - anche in vista delle elezioni regionali di aprile - visto che il primo è leader del movimento che fa capo al sindaco napoteletano Luigi De Magistris e l'altro è figura di spicco del movimento Tesoro Calabria e si candiderà con Carlo Tansi per un posto a Palazzo Campanella. «Vogliamo rappresentare un territorio che si sente marginale nelle politiche di sviluppo dell'ente», ha dichiarato Andrea Tripodi, sindaco di San Ferdinando e candidato.


Sono state raccolte 58 firme e presentate, anche se non vi era alcun obbligo, le linee programmatiche che prevedono anche «una battaglia - anticipa Michele Tripodi - per modificare lo statuto e introdurre l'elezione diretta del sindaco metropolitano». Si vota il 24 gennaio, con evidenti risvolti politici in vista delle Regionali, ed è forse per questo che la lista non è riuscita ad includere gli amministratori dei centri più grossi della provincia - Palmi e Gioia Tauro, guidati dal centrosinistra e geograficamente posizianati proprio nella piana - e, mentre nel primo caso il sindaco Ranuccio sarà un candidato avversario di questa coalizione, per la città del porto è stato detto che «in un primo momento il sindaco Alessio ha partecipato ad una prima riunione, ma evidentemente poi il suo gruppo ha ritenuto di non abbracciare il nostro progetto».

Varrà di più il voto degli amministratori dei centri più popolosi, ed è per questo che sembra pesare l'incerto sostegno di movimenti di sinistra del capoluogo - come La Strada - che in passato sono sembrati federati con associazioni pianigiane come Rinascita per Cinquefrondi, che fa capo a Conia che - candidato nella lista presentata - sul punto ha dichiarato: «L'interlocuzione con Saverio Pazzano è in corso».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio