Fusione Cosenza-Rende, Miceli: «Partiti col piede sbagliato»

Secondo il consigliere comunale pentastellato della città del Campagnano l'unione è una opportunità ma i cittadini devono essere informati di pro e contro

di Salvatore Bruno
14 maggio 2017
20:14
Comune di Rende
Comune di Rende

«La fusione Cosenza-Rende è un’opportunità per l’intera area urbana, ma a determinate condizioni, molto stringenti. I cittadini devono essere informati di tutti i vantaggi e degli svantaggi e la loro espressione di voto deve essere rispettata». Lo dice il consigliere comunale della città del Campagnano Domenico Miceli, rappresentante del Movimento 5 Stelle.

«E’ importante sapere – ha aggiunto il consigliere pentastellato - in che modo si uniranno le piante organiche delle città coinvolte e come si armonizzeranno i servizi». Secondo Miceli invece, in questi giorni sta andando in onda la «solita messinscena propagandistica portata avanti da due sindaci che riescono a svilire tutti gli argomenti, anche quelli più importanti e delicati come può essere il discorso della fusione dei comuni. Per Occhiuto che ha già scelto il nome della futura città unica e per Manna a cui è stato chiesto di aderire ad una delibera di giunta prodotta, in tutta evidenza, senza uno straccio di confronto preventivo. Una partenza più sbagliata di questa non si sarebbe potuta immaginare».

 


Salvatore Bruno

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top