Gentiloni a Cosenza: «Overdose di promesse per il Mezzogiorno»

INTERVISTA | L’ex presidente del Consiglio, al Rendano per presentare il suo libro La sfida impopulista, interviene sul mancato impegno del Governo per il Sud

7
di Salvatore Bruno
4 dicembre 2018
19:50

L’onda del malcontento che attraversa l’Italia ma anche gli altri paesi occidentali, non va sottovalutata. Perché mette a repentaglio i cardini fondamentali delle moderne democrazie liberali. Lo dice a chiare lettere Paolo Gentiloni. L’ex presidente del Consiglio è al teatro Rendano di Cosenza per presentare il suo libro La sfida impopulista, edito da Rizzoli, sollecitato dalle domande dei giornalisti Attilio Sabato e Annarosa Macrì, davanti ad una platea nutrita e trasversale.

Un'intesa con l'Europa e l'impegno per Zingaretti

Accompagnato dal consigliere regionale Mimmo Bevacqua, entrambi condividono il percorso di Zona Dem, Gentiloni affronta i temi di maggiore attualità: guarda con preoccupazione alla manovra economica, auspicando che in queste ore possa essere trovata un’intesa con l’Europa mentre sul Partito Democratico si dice pronto ad accettarne la presidenza. «Zingaretti è una novità per quanto riguarda la segreteria nazionale» aggiunge, ribadendo il proprio sostegno alla candidatura del presidente della Regione Lazio. Sulla sovraesposizione mediatica di Salvini, pensa che un Ministro dell'Interno i problemi debba risolverli e non cavalcarli.

Calabria sedotta e abbandonata

Per Gentiloni poi, la protesta dei precari che ha scosso Lamezia Terme, è il segnale di come non ci siano le condizioni per rispettare gli impegni assunti in particolare dal Movimento Cinquestelle, e che hanno consentito di raccogliere in Calabria ampi consensi elettorali.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio