San Giovanni in Fiore, la ricetta di Succurro: «Occupazione, turismo e cultura»

VIDEO | Il marketing territoriale tra le chiavi di volta proposte dalla candidata a sindaco del centrodestra per rilanciare il ruolo della capitale della Sila: «La mia candidatura lanciata dal basso. Serve un cambio di marcia» 

21
di Salvatore Bruno
6 agosto 2020
18:18

Il nome che ha messo d'accordo il centrodestra a San Giovanni in Fiore è quello di Rosaria Succurro. Per imprimere un cambio di passo all'amministrazione comunale la scelta è caduta su una giovane esperta di marketing territoriale, che annovera nel suo curriculum anche nove anni di esperienza da assessore tra i banchi della giunta di Palazzo dei Bruzi.

 

Sangiovannese doc

Rosaria Succurro è nata e cresciuta nel cuore della Sila, prima che gli studi universitari e poi il lavoro e gli impegni istituzionali, la costringessero a traslocare a Cosenza. Ma con San Giovanni il legame è solido. E le idee chiare sui primi passi da compiere.


 

Il rilancio del centro Florens

«La valorizzazione del territorio in chiave turistica sarà una priorità - dice - insieme al riavvio delle attività culturali legate alla figura di Gioacchino da Fiore. E poi vogliamo rilanciare il centro Florens dell'Arssa. La costruzione di opportunità occupazionali stabili sarà la bussola che guiderà il nostro operato». Ecco l'intervista rilasciata dalla candidata al nostro network.

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio