Lamezia, Mascaro ricorre al Consiglio di Stato e chiede l'annullamento del rinnovo delle urne

VIDEO | Il primo cittadino ha deciso di fare ricorso al supremo organo contro Zizza che ambisce ad avere l’azzeramento delle elezioni del 2019

26
di Tiziana Bagnato
7 gennaio 2021
17:31

Si costituiranno in giudizio il sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro e il presidente del consiglio Pino Zaffina contro il ricorso presentato al Consiglio di Stato, ma non solo. Si infittisce la sequela di colpi di scena che anima la vita politica cittadina.

Facciamo un passo indietro. Il primo cittadino sospeso aveva in una prima fase escluso l’idea di presentare appello contro la decisione del Tar che, accogliendo il ricorso dei due candidati alla poltrona di sindaco nelle elezioni del 2019 Silvio Zizza e Massimo Cristiano, ha stabilito il ritorno alle urne in quattro sezioni, tre più quella ospedaliera con 18 votanti.


Poi la decisione del pentastellato di presentare appello al Consiglio di Stato per chiedere che venga annullato il voto in tutte le sezioni elettorali, e non solo in quelle quattro, come chiesto nel ricorso originario.

Ecco allora che Mascaro e Zaffina hanno deciso di non fare cadere la cosa e di procedere affiancati dai legali Malinconico e Galletti ad un appello incidentale. Obiettivo ritornare a via Perugini il prima possibile.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top