Fondi e agricoltura, per Oliverio la Calabria «ha cambiato passo»

A Maida, durante un evento ad hoc sono stati snocciolati dati e numeri sull’uso dei finanziamenti comunitari dedicati

25
di T. B.
6 giugno 2019
19:19

«Il nostro obiettivo era, appena mi sono insediato, mille giovani in agricoltura. Questo obiettivo lo abbiamo ampiamente realizzato e vogliamo raddoppiarlo. Siamo a oltre 1100 progetti già finanziati e puntiamo ad andare ben oltre. Il settore agricolo è cresciuto, nell’export la crescita è a due cifre. Un dinamismo frutto del recupero delle tradizione e dell’innovazione e dell’internazionalizzazione a cui noi abbiamo dato un sostegno». Così il governatore Oliverio a margine dell’evento “La Calabria cambia passo. Il ricambio generazionale in agricoltura”. La convention si è tenuta a Maida, nel Lametino, su spinta del presidente della giunta regionale e dal Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari, con lo scopo di illustrare i numeri che raccontano i risultati della programmazione regionale nel settore agroalimentare, lo stato di attuazione della spesa relativamente ai fondi comunitari e le ricadute nel territorio in funzione dello sviluppo e dell'occupazione, in particolare per quanto riguarda l’incremento occupazionale dei giovani.


Ad aprire i lavori, dopo gli onori di casa del sindaco di Maida Salvatore Paone, è stato il consigliere regionale delegato all’Agricoltura Mauro d’Acri, che ha illustrato i risultati raggiunti dal Psr Calabria 2014/2020 e gli obiettivi di spesa realizzati. A partire dalla spesa certificata ad oggi pari al 41.2 per cento della dotazione finanziaria totale del programma. Sono stati spesi, infatti, 448.668.069,52 euro su un totale di 1.089.310.749,33 Euro.


«Un risultato strepitoso - ha commentato D’Acri - che pone, per la prima volta, la Calabria alle spalle del solo Veneto, a circa il 48 per cento della spesa effettuata. Una regione che è riuscita a risalire la china, con tanto impegno ed un’ottima programmazione ed attuazione, e che si è tolta di dosso il marchio di regione che restituisce i fondi comunitari a Bruxelles per l’incapacità di gestirli». Il consigliere ha spiegato poi come la Calabria abbia raggiunto in netto anticipo gli obiettivi N+3, ossia il rischio di disimpegno automatico dei fondi, sia rispetto al 2018, per il quale ha ricevuto una premialità, che rispetto al 2019, con obiettivo centrato con sette mesi di anticipo rispetto al prossimo 31 dicembre.


«Voglio sottolineare - ha affermato D’Acri - che rispetto al 2020, il PSR Calabria ad oggi fa già registrare un avanzamento finanziario pari al 26.6 per cento. Un percorso straordinario, durante il quale la nostra regione sta mostrando un andamento sempre in crescendo». Rispetto poi all’andamento procedurale, D’Acri ha spiegato che el 31 maggio 2019, le risorse impegnate sono state oltre 560 milioni di euro, relative alle misure strutturali e oltre 430 per le misure a superficie/animali, mentre la spesa si attesta sui 132,9 Milioni di euro per le strutturali e 315,2 per superficie/animali.


«Sono stati pubblicati avvisi - ha evidenziato successivamente D'Acri - per 51 tipologie di operazione, su 53 programmate. I due interventi rimanenti saranno con una procedura concertativa snella. I beneficiari saranno gli enti gestori delle aree protette per l'uno ed i Consorzi di bonifica per l'altro».


Rispetto ai numeri sulle domande finanziate, il consigliere ha specificato che per le Misure strutturali, a fronte di 7763 domande presentate, 2754 sono state già finanziate, mentre per le Misure a superficie, su 111.350 domande pervenute, 105.937 sono state quelle finanziate.


Per quanto concerne il cronoprogramma dei bandi Mauro D'Acri ha ricordato che è attivo l'avviso dell'intervento 2.1.1, relativo alla consulenza alle aziende e che sono in scadenza i bandi delle riconferme delle misure agro-climatico- ambientali (M10, M11 e M13) e che sono in corso di pubblicazione gli interventi ,3.2.1 B "Informazione e promozione: vitivinicolo; 4.3.2 "Infrastrutture irrigue (procedura concertativa), 7.1.2 "Piano gestione Siti Natura 2000" (procedura concertativa), 9.1.1 "Associazione produttori" e 16.1 II fase.


Per quanto riguarda l'avanzamento procedurale del Leader, ossia dei 13 Gruppi di Azione Locale divisi sul territorio regionale, sono 65 gli interventi attivati, 21 i bandi chiusi e 6 in scadenza, per un totale di 27 bandi e 247 domande rilasciate. All'evento, modertato dal giornalista Danilo Monteleone, hanno preso parte, inoltre, i presidenti delle organizzazioni agricole professionali: Franco Aceto per Coldiretti Calabria, Alberto Statti per Confagricoltura, Franco Belmonte p

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio