Rifiuti, Cerchiara comune moroso. L'opposione:«Che fine hanno fatto i nostri soldi?»

La Regione Calabria invierà i commissari liquidatori. Duro attacco del consigliere Valentino al sindaco Carlomagno:«Il primo cittadino con le sue politiche ha fallito». Intanto la cittadina del Pollino si prepara alle prossime elezioni comunali 

4
16 gennaio 2019
16:36

«Rifiuti, tra i 23 comuni calabresi morosi e commissariati non poteva mancare Cerchiara. Un Comune ormai amministrato alla meno peggio, senza amore e senza interesse nei confronti della comunità. E quella della mega tassa rifiuti non corrisposta alla Regione non è sicuramente l’unica sorpresa che «la gestione Carlomagno, la peggiore di sempre, lascerà ai cerchiaresi a fine mandato. Si aggiungano i debiti contratti per le forniture di energia elettrica, gas e telefonia e ancora quelli con la Sorical per il servizio idrici. Tutte morosità conclamate e certificate che testimoniano il fallimento totale di un Esecutivo civico che per fortuna ha ormai i giorni contati». È quanto dichiara il consigliere comunale di Opposizione, Antonio Valentino, commentando l’ultimo provvedimento della Regione Calabria che per passare all’incasso la tassa rifiuti dai comuni inadempienti invierà negli uffici comunali un commissario riscossore.

«Che bella figuraccia!» commenta  Valentino che poi aggiunge: «questo stato di cose, che ho sempre denunciato, è la cartina di tornasole della scarsa capacità amministrativa del Sindaco Carlomagno, rimasto tra l’altro senza Maggioranza, attento solo alla politica dei contentini, del populismo e del clientelismo».

 

«Bisogna imboccare uniti la strada del cambiamento»

«Questi sono i risultati: debiti, debiti e poi ancora debiti che dovranno continuare a pagare i cittadini cerchiaresi e continueranno a far rimanere il Comune nella gravissima condizione di dissesto finanziario a cui è stata costretta dalle politiche per nulla lungimiranti del Primo cittadino. A questo punto ci viene da porre una questione al sindaco: che fine hanno fatto i soldi versati dai contribuenti? Dove sono finiti gli emolumenti provenienti da tasse e tributi comunali? Esigiamo una risposta da Carlomagno. Intanto, prospettiamo una nuova falciata fiscale che si abbatterà sulle tasche dei contribuenti senza risolvere alcunché perché una volta risanate le casse bisognerà programmare comunque un nuovo sviluppo. Ma per fare questo è necessaria una classe di governo nuova, giovane e lungimirante che sappia davvero imboccare la rotta del cambiamento. Perché cambiare si può. Anzi, si deve!»

«Sono in tanti – aggiunge Valentino – che da tempo mi spronano a guidare un movimento alternativo che possa candidarsi a dare finalmente una nuova guida, mirata ad una campagna di rinnovamento e riforme per Cerchiara. Sono lusingato del fatto che tantissimi cittadini mi chiedono quotidianamente di rappresentare una nuova era politica per la nostra comunità. Tutto questo mi conferma il buon lavoro fatto in questi anni di Opposizione e mi carica di grandi responsabilità. Mi rendo conto, però, che ora più che mai Cerchiara ha bisogno non di una sola persona ma di un gruppo di cittadini volenterosi che dal Popolo creino unità ed una nuova classe di governo civica. Io ci sono e rivolgo il mio appello a tutte le forze politiche alternative e che come me hanno a cuore le sorti di Cerchiara affinché si superino posizioni blindate e si avvii un confronto concreto con l’unico fine utile che è il bene e lo sviluppo del nostro amato paese, solo così riusciremo nell’intento. Solo uniti – conclude - si vince per davvero!»

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio