Il confronto

Sanità, ambiente ed enti locali: una delegazione di Italia Viva Calabria incontra il presidente Occhiuto

Il coordinatore regionale del partito Ernesto Magorno: «Siamo convinti che l'appuntamento di oggi abbia lasciato un patrimonio di idee che sarà utile per i prossimi passi dell'azione del governo regionale»

13
di M. C.
19 novembre 2022
18:15
La delegazione di Iv Calabria insieme al presidente Roberto Occhiuto
La delegazione di Iv Calabria insieme al presidente Roberto Occhiuto

Welfare e sanità, Zes, energia, ambiente ed enti locali: sono stati questi i punti trattati nel corso dell'incontro che una delegazione di Italia Viva Calabria, guidata dal coordinatore regionale Ernesto Magorno e composta dai coordinatori provinciali ha avuto alla Cittadella con il presidente della Regione Roberto Occhiuto.

«I numerosi spunti offerti dalla delegazione del partito - è detto in un comunicato di Italia Viva - sono stati esaminati con massima attenzione e accolti con favore nel contesto di un clima di massima collaborazione con il presidente Occhiuto che, nel suo intervento, ha ben raccontato il lavoro svolto in questa sua prima fase indicando le criticità esistenti e, allo stesso tempo, manifestando grande determinazione per affrontarle e risolverle».


A questo proposito, una delle proposte che ha attirato maggiormente l’attenzione del presidente è stata quella relativa alla legge 328/2000 il c. d. progetto individuale che i Comuni devono obbligatoriamente redigere per tutti i residenti che presentino delle disabilità. La situazione è stata illustrata dalla coordinatrice vibonese di ItaliaViva, Mariella Calogero, che faceva parte della delegazione che ha incontrato Occhiuto.

«Introdotto per la prima volta nel sistema normativo italiano dalla L. 328/2000 - spiega la Calogero -, il progetto individuale rappresenta un percorso di costruzione progettuale che ogni  Comune è tenuto a redigere d'intesa con le Aziende Sanitarie. Purtroppo non tutti i Comuni sono pronti a far fronte alle richieste delle famiglie dei soggetti con disabilità e, quindi, è a mio avviso  auspicabile che la Regione costruisca la  rete necessaria all'applicazione della Legge, approntando un sistema nuovo di infrastrutture sociali. Ho chiesto, inoltre, l'attivazione di un'azione interistituzionale di collegamento tra tutti i soggetti coinvolti, di una funzione di indirizzo e di coordinamento operativo stringente, che coinvolga anche il mondo associativo e il terzo settore».

Un tema, questo, che sarà ripreso il prossimo 15 dicembre quando a Vibo si terrà un’iniziativa del partito con la partecipazione dell’ex Ministro Elena Bonetti fra le autrici del “Family Act”. Nell’occasione sarà stato portato a termine anche il rimpasto di giunta e quindi avremo il nuovo assessore al Welfare in sostituzione di Tilde Minasi, neo-eletta al Senato.

«Ringraziamo il presidente Occhiuto - ha detto il coordinatore regionale del partito Ernesto Magorno - per la grande disponibilità mostrata nei nostri confronti anche perché Italia Viva è il primo partito a essere stato ricevuto da quando è iniziata questa consiliatura regionale, un dato non da poco che ci pone come validi interlocutori della Giunta regionale. Riteniamo che la sua capacità di ascolto sia caratteristica di lavoro fondamentale per chi governa. Come detto in altre circostanze Italia Viva è pronta a dare il proprio contributo nell'esclusivo interesse della Calabria e dei calabresi». 

«Ci siamo confrontati su diversi temi - ha  concluso Magorno - e siamo convinti che l'appuntamento di oggi abbia lasciato un patrimonio di idee che sarà utile per i prossimi passi dell'azione del governo regionale».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top