Sanità, c'è un solo calabrese tra i nuovi dirigenti Asp “designati” dal Governo

Si tratta del commissario destinato all'Azienda sanitaria provinciale di Vibo. Sei in totale i nomi presenti nella lista consegnata al presidente della Regione. Ecco l'elenco

207
di Redazione
23 maggio 2019
17:58

Sono sei i nomi presenti nella lista consegnata alla Regione Calabria dall'ufficio del Commissario per il rientro del debito sanitario per l'individuazione dei commissari straordinari delle Aziende sanitarie calabresi. L'unico calabrese, Gianluigi Scaffidi (consulente della deputata del Movimento cinque stelle Dalila Nesci in materia sanitaria), di 68 anni, è destinato all'Asp di Vibo Valentia; Antonino Candela, di 54 anni, di Palermo, è indicato per l'Asp di Cosenza; Renzo Alessi, di 64 anni, di Padova, andrà a Catanzaro; Gilberto Gentili, di 61 anni, di Pesaro, a Crotone e Isabella Mastrobuono, di 62 anni, di Roma, andrà all'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini di Catanzaro. Prevista la nomina di un commissario anche all'Asp di Reggio Calabria, attualmente retta da una commissione dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose decretato dal Consiglio dei Ministri il 13 marzo scorso. Per Reggio è indicato Massimo Annicchiarico, di 61 anni, di Taranto. 
Con la consegna formale prende il via il confronto istituzionale tra il Governo e la Regione, previsto dal decreto sanità. Nello specifico, ai sensi delle norme vigenti, per raggiungere l’intesa è prescritto un termine perentorio di dieci giorni, decorso il quale la nomina dei commissari delle Aziende del Servizio sanitario della Calabria è effettuata con decreto del ministro della Salute, su proposta del commissario ad acta, previa delibera del Consiglio dei ministri, a cui è invitato a partecipare il presidente della giunta regionale con preavviso di almeno tre giorni. 

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio