Elezioni politiche

Scaduto il termine per le autocandidature nel M5s: Di Battista e Casalino fuori, in corsa Costa

Quasi 2mila cittadini pronti a scendere in campo. Niente chance per l’ex sindaca di Roma, Virginia Raggi. Conte: «Rientra nel vincolo del doppio mandato»

84
di Redazione
8 agosto 2022
21:16
Rocco Casalino, Alessandro Di Battista e Sergio Costa (foto dai profili fb)
Rocco Casalino, Alessandro Di Battista e Sergio Costa (foto dai profili fb)

Chiuse le autocandidature nel M5s in vista delle politiche del prossimo settembre. Nessuna discesa in campo per Rocco Casalino e Alessandro Di Battista alle parlamentarie del Movimento 5 stelle, mentre correrà l'ex ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. Dopo la chiusura delle candidature si attende la lista ufficiale di tutti i nomi per il voto online che dovrebbe essere fissato il prossimo 16 agosto.

Casalino, spin doctor di Giuseppe Conte – riferisce Adnk- sarebbe stato fino all'ultimo indeciso. Si sarebbe confrontato sul tema con diversi big del Movimento. In un primo momento, l'ex portavoce di Conte ai tempi di Palazzo Chigi era convintissimo di scendere in campo, ma in questi ultimi giorni ha prevalso la voglia di continuare ad occuparsi della comunicazione di Conte e del Movimento.


Di Battista invece non avrebbe formalizzato la sua iscrizione al Movimento per partecipare al voto online previsto dopo Ferragosto. Fino a venerdì non si era ancora iscritto al M5s: e la possibilità di effettuare l'iscrizione era inibita nei giorni in cui le candidature sono state aperte (il termine scadeva alle 14 di oggi). Ergo, l'ex parlamentare non è candidabile tramite piattaforma. Tuttavia resta aperta la possibilità per Di Battista di un eventuale 'ripescaggio' tra i capilista che saranno scelti dal leader Giuseppe Conte.

Niente chance per Virginia Raggi, come rimarcato dallo stesso Conte stamane a 'Radio Capital': «Rientra nel vincolo del doppio mandato», ha detto Conte, sottolineando come l'ex sindaca capitolina sia attualmente «presidente della commissione dell'Expo» e stia «combattendo delle battaglie importanti a Roma». Da quanto apprende l'Adnkronos, il passo avanti dell'ex ministro dell'Ambiente Costa è stato formalizzato oggi, giorno in cui si sono chiuse le autocandidature alla consultazione tramite la quale i militanti 5 stelle scelgono i candidati alle elezioni del prossimo 25 settembre. Costa avrebbe indicato come scelta di presentarsi per il Senato a Napoli.

«Quasi duemila cittadini hanno scelto di autocandidarsi per correre con il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche: 1165 per la Camera, 708 per il Senato e 49 per la circoscrizione Esteri», si legge sulla pagina Facebook del M5s. «Un ringraziamento a tutti voi per aver deciso di mettere al servizio della collettività la vostra competenza nel rispetto dei principi del Movimento. Con il presidente Giuseppe Conte garantiremo candidature di alto profilo, espressione della migliore società civile per continuare a portare avanti in Parlamento tutte le nostre battaglie per i cittadini», conclude il post.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top