Scuola, l'Ufficio regionale lancia l'allarme: «Ancora senza aule 14mila studenti calabresi»

VIDEO | Vertice in Cittadella tra l'assessore Savaglio, i responsabili Usr e le associazioni di categoria. L'ultimo monitoraggio riporta dati preoccupanti. Corsa contro il tempo per reperire locali agibili. Dal 13 settembre il sistema dei trasporti dovrebbe essere operativo

139
di Redazione
27 agosto 2020
14:18

Sono circa 14mila gli studenti calabresi ancora senza un'aula. È quanto emerge dal vertice avvenuto alla Cittadella regionale tra l'assessore regionale Sandra Savaglio, l'Ufficio scolastico regionale e le associazioni di categoria.

Il vertice

«Dopo il vertice di ieri sulla scuola, convocato dai ministri Azzolina, Speranza, Provenzano, Boccia e De Micheli, con gli assessori regionali all’Istruzione e i presidenti regionali – si legge in una nota diffusa dalla Regione Calabria –, l’assessore all'istruzione della Calabria Sandra Savaglio ha presieduto in Cittadella il tavolo con Usr, Upi, Anci, sindacati e le associazioni Fisch, rappresentata dalla presidente Nunzia Coppedè, e Comitato Uniti per l’autismo rappresentate da Paola Giuliani. Collegata in videoconferenza l’assessore regionale ai trasporti Domenica Catalfamo e il presidente Fand Calabria Maurizio Simone. Presente anche Lidia Arcuri, responsabile dell’Agenzia del Demanio, soggetti da poco coinvolti a livello nazionale per tentare di reperire nuovi spazi per le scuole, la quale ha confermato la disponibilità a interloquire con gli Enti locali. Sono intervenuti inoltre la sindaca di Vibo Valentia Maria Limardo, alcuni dirigenti e assessori all'istruzione e all’edilizia scolastica delle Province e dei Comuni».


L'allarme della dirigente regionale

«La dirigente Rosanna Barbieri, responsabile dei tavoli tecnici per l’Usr Calabria – continua la nota –, ha fornito i dati relativi all’ultimo monitoraggio delle scuole che restano ancora allarmanti, circa 14mila ancora gli studenti calabresi ai quali non si riesce a garantire un’aula per il ritorno in presenza».

 

«Durante la riunione – si aggiunge – sono state affrontate una serie di necessità partendo dal dare risposte sul piano della didattica in presenza. Si è parlato del reperimento di locali agibili nel breve periodo, di affiancare i ragazzi con disabilita e autistici (che risultano essere 1 su 77) con personale specializzato già dal primo giorno di scuola, senza dimenticare l’assistenza domiciliare. Sul tavolo del confronto anche il sistema trasporti che già dal 13 settembre dovrebbe ripartire a pieno regime e con il potenziamento del trasporto scolastico su ferro e gomma».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio