Trasporti, M5S: ‘Il governo si ricordi che esiste la Calabria’

I deputati Cinque Stelle in un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro dei trasporti Delrio. ‘I trasporti in Calabria sono da terzo mondo’

di Redazione
17 aprile 2015
11:00

“Quali iniziative il Ministro intenda mettere in campo al fine di scongiurare ulteriore isolamento e perdita di economie per la Calabria e la città di Crotone, ad oggi senza un importante aeroporto e con trasporti su gomma e ferrovia pressoché inesistenti”. Lo hanno chiesto i deputati M5s Paolo Parentela, Dalila Nesci e Diego De Lorenzis, in un'interrogazione rivolta al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio. I tre parlamentari incalzano: “Ormai sono da terzo mondo i trasporti della regione, dopo i tagli dei treni a lunga percorrenza disposti dall'allora ad di Trenitalia Mauro Moretti, dopo il recente episodio del viadotto Italia che ha bloccato con danni enormi la circolazione sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria, dopo l'ultima vicenda della statale 106 e il fallimento della società aeroportuale di Crotone. È indispensabile, poiché la Regione Calabria ha subito passivamente le decisioni del governo sui nuovi investimenti ferroviari, restandone molto esclusa, che ci sia uno scatto d'orgoglio di tutta la politica e si ricordi al governo – insistono i due parlamentari M5s – che esiste soprattutto la Calabria, che ha dignità e necessità”. “La questione dei trasporti della Calabria – concludono Parentela, Nesci e De Lorenzis – è prioritaria e deve trovare l'unità delle forze politiche, perché è direttamente legata allo sviluppo, all'emancipazione dalla 'ndrangheta e al futuro dell'intera popolazione”.

COMMENTI
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio