Salvini il “calabrese”, tenta la rimonta da Reggio e dà consigli a Jole: «Fai come all’inizio»

Il leader del Carroccio crede ancora nella Calabria come bacino di voti per rilanciare l'azione del partito. Da qui l'attenzione per le comunali dello Stretto e il confronto con la governatrice alla quale chiede un approccio più deciso, come quello adottato nella fase del lockdown. A Lamezia la riunione con il gruppo di palazzo Campanella

234
di Ric. Trip.
13 giugno 2020
20:26
Matteo Salvini a Reggio Calabria
Matteo Salvini a Reggio Calabria

Matteo Salvini torna in Calabria e sceglie Reggio come prima tappa della sua nuova visita. L’occasione è data dall’inaugurazione della nuova segreteria del Carroccio di via Miraglia, proprio davanti palazzo San Giorgio, sede del Comune, ma la decisione del leader non è certo casuale.

In riva allo Stretto si vota a breve e il centrodestra è ancora in alto mare nella scelta del candidato sindaco e la Lega ha deciso di non lasciare le chiavi della coalizione in mano a Francesco Cannizzaro. Lo ha dimostrato l’assenza dei leghisti all’ultima presentazione di una civica per la destra e lo dimostrano le parole di Salvini sulle elezioni.

 

«La Lega parteciperà per la prima volta alle amministrative in Calabria e siamo pronti sia a Reggio che a Crotone – ha detto - abbiamo candidati all’altezza è anche se è vero che siamo il primo partito in Italia, non imporremo nulla, ma lavoreremo per unire. A me interessa il progetto per Reggio, servono strade, rifiuti e opere e già nei prossimi giorni ci siederemo con gli alleati».

 

Prima di spostarsi a Maropati a visitare la sede della Cooperativa Futura che si prende cura che accoglie, aiuta e reinserisce persone con disabilità mentale, Salvini a Reggio ha avuto un breve incontro con la governatrice Jole Santelli per fare il punto della situazione. «Ho incontrato la presidente Jole Santelli. Abbiamo parlato, tra gli altri, del problema rifiuti che è un tema su cui si sta lavorando perché il tutto venga risolto rapidamente». In realtà il breve faccia a faccia è servito anche a Salvini per chiedere maggiore determinazione nella gestione del Consiglio regionale e nei prossimi passi del governo. Riprendendo lo spirito delle prime riaperture dopo il lockdown che Salvini ha pubblicamente apprezzato.

 

Il leader del Carroccio che ha completato la sua visita con una passeggiata a Tropea, prima di ripartire dall’aeroporto di Lamezia Terme ha incontrato il gruppo consiliare in un albergo vicino all’aeroporto. Anche in questo caso all’ordine del giorno l’azione politica futura e la richiesta di non ripetere gli errori commessi nelle prime uscite in Consiglio, a partire dal voto favorevole alla legge sui vitalizi.

 

La sensazione è che Salvini creda che la Calabria possa ancora essere un buon bacino di voti per la Lega che è in calo nei consensi da molti mesi e che la gestione della Regione insieme ai prossimi appuntamenti elettorali di Reggio e Crotone possano servire a ridare slancio al Carroccio. Non a caso proprio qualche giorno fa il segretario regionale Cristian Invernizzi ha proceduto alla nomina del nuovo direttivo provinciale a Reggio con l’obiettivo di segnare un nuovo corso e la effettiva strutturazione del partito in riva allo Stretto e nel resto della Calabria.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio