Decreto Scura e convenzione con Agenas: la regione ricorre al Tar

La Regione ricorrerà al Tar per illustrare le illegittimità presenti nel Decreto, sotto i diversi profili, in particolare, sotto quello dell'attribuzione al Bilancio regionale di una spesa indebita e dell'attribuzione ad Age.na.s. di attività già svolte dalla gestione commissariale

11 maggio 2016
17:45

La Regione impugnerà, davanti al Tribunale Amministrativo per la Calabria, il Decreto n. 46 del 6 maggio scorso, a firma del Commissario per il "Piano di rientro nella sanità" Massimo Scura, con il quale è stato approvato uno schema di convenzione onerosa con l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari (Age.na.s.), che prevede lo svolgimento di attività di supporto all'Autorità commissariale. Lo rende noto un comunicato dell'Ufficio stampa della Giunta regionale.

 


"Davanti al Tar - informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta - la Regione illustrerà le illegittimità presenti nel Decreto, sotto i diversi profili, in particolare, sotto quello dell'attribuzione al Bilancio regionale di una spesa indebita e dell'attribuzione ad Age.na.s. di attività già svolte dalla gestione commissariale, nonchè per l' affidamento di attività che spettano, per legge, al Dipartimento regionale "Tutela della salute".

 

In considerazione del fatto, quindi, che la spesa prevista in convenzione è indebita, il Dipartimento "Tutela della salute" non provvederà ad effettuare il relativo impegno di spesa al fine di evitare di cagionare un danno erariale".

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio