Ospedale Vibo Valentia, sopralluogo del sindaco Limardo al reparto Covid

VIDEO | Visita del primo cittadino allo Jazzolino: «Sono qui per dare solidarietà al personale medico, paramedico e a tutti coloro i quali sono in prima linea nell'emergenza coronavirus»

di Rossella  Galati
30 marzo 2020
16:39
33

Sopralluogo del sindaco di Vibo Velentia Maria Limardo all'ospedale Jazzolino che si è attrezzato per fronteggiare l'emergenza coronavirus: «Sono qui per rendermi conto con i miei occhi di come e quanto il mio cittadino possa sentirsi garantito – ha sottolineato - e sono qui per dare solidarietà al personale medico, paramedico e a tutti coloro i quali sono in prima linea in questa fase difficilissima».

Percorso covid

Ad accompagnare il primo cittadino, i vertici aziendali che hanno illustrato il percorso covid. «Abbiamo creato il percorso dedicato ai pazienti covid – ha spiegato Michele Comito direttore dipartimento emergenza urgenza Asp di Vibo - che parte dal pre triage del pronto soccorso. Da lì il paziente sospetto viene trasferito nella zona “obi covid”, osservazione breve intensiva, cioè la zona osservazionale per capire se è realmente infetto oppure no. Qualora lo fosse lo ricoveriamo in malattie infettive che abbiamo creato nell'ex reparto di ortopedia. Qualora questo paziente dovesse avere delle complicanze respiratorie verrebbe intubato e gestito nel blocco operatorio dove abbiamo creato dei posti di terapia intensiva. Al momento sono 5 facilmente incrementabili».

Più anestesisti e apparecchiature

La struttura si è dotata delle attrezzature necessarie ma deve fare i conti con la carenza di personale: «Per come abbiamo creato il percorso fino a questo momento il personale è sufficiente – ha sottolineato Giuseppe Giuliano, commissario Asp di Vibo - però è ovvio che se vogliamo potenziare il numero delle terapie intensive sarà necessario aumentare almeno il numero degli anestesisti». E oltre all'aumento degli anestesisti, per incrementare il numero di posti letto, sarà necessario dotare l'ospedale di apparecchiature già richieste dall'azienda a Regione Calabria e Protezione Civile. «Abbiamo richiesto ventilatori, monitor multiparametrici, pompe siringhe, pompe volumetriche – ha chiarito Matteo Galletta, sirettore sanitario Asp di Vibo -. Si tratta di dispositivi tecnologici che sono fondamentali per l'osservazione e il trattamento dei pazienti con grave insufficienza respiratoria».

Situazione sotto controllo

Al momento la situazione a Vibo valentia resta comunque sotto controllo come ha evidenziato Michelangelo Miceli, direttore sanitario ospedale Asp di Vibo: «Allo stato abbiamo 5 pazienti covid accertati ricoverati. Uno in terapia intensiva, quatto in malattie infettive mentre c'è ancora un caso in attesa di accertamento all'obi covid».

L'appello ai cittadini

L'invito resta quello della collaborazione: «L'unica cosa che chiedo a tutti: basta polemiche perchè non servono, lasciateci lavorare tranquilli – ha affermato Antonio Talesa, direttore Suem 118. «Non ci facciamo illusioni perchè non è una cosa che è destinata a finire da qui a pochi giorni – ha poi aggiunto il sindaco Limardo -. Uso le stesse parole che ha adoperato il responsabile nazionale del sistema covid, Arcuri: vi imploro di rimanere nelle vostre case».

 

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio