Sanità, verso la stabilizzazione di 900 precari

Sottoscritto il decreto 110 che condurrà entro il 2018 alla stabilizzazione dei precari. Si valuta la possibilità di inserire anche una parte di coloro che hanno lavorato alla Fondazione Campanella

di Redazione
7 novembre 2015
10:35

È stato pubblicato e sottoscritto dal Commissario ad acta Massimo Scura e dal sub commissario Andrea Urbani, il decreto, numero 110, attraverso il quale viene recepito l’accordo in materia di stabilizzazione del lavoro precario.

 

L’accordo, siglato il 19 ottobre scorso e che ha visto coinvolti la Struttura Commissariale e le organizzazioni sindacali della dirigenza medica e veterinaria, della dirigenza sanitaria, professionale, tecnica e amministrativa del comparto condurrà, entro il 2018, alla stabilizzazione del personale in possesso dei requisiti previsti del decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 6 marzo 2015.

 

Verrà utilizzato come prima tranche di finanziamenti un importo pari a quello stabilito nel decreto commissariale 87, circa 26 milioni di euro, somma grazie alla quale potranno essere stabilizzati circa 500 lavoratori. Per i restanti 400 bisognerà attendere un nuovo decreto. (I precari da stabilizzare sono coloro che con incarichi reiterati a tempo determinati raggiungono almeno i 36 mesi di lavoro svolto anche in Aziende sanitarie diverse).

 

Si è valutata la possibilità di considerare come precari da stabilizzare almeno una parte di coloro che hanno lavorato alla Fondazione Tommaso Campanella, struttura fondata da Regione e Università di Catanzaro ma ormai in liquidazione. Si sta, dunque, verificando se sia possibile considerarli tra il precariato da stabilizzare.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio