Cosenza, c’è speranza: migliorano i pazienti trattati con l'antireumatico

Il dirigente medico dell’unità operativa di malattie infettive Antonio Mastroianni ha somministrato il Tocilizumbab nella sua formulazione sottocutanea in attesa di avere la disponibilità di quella endovenosa. Risultati incoraggianti

di Salvatore Bruno
14 marzo 2020
17:46

Migliorano i pazienti positivi al Covid 19 ricoverati all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

Buone risposte dalla nuova cura

Sottoposti al Tocilizumbab, il farmaco antireumatico i cui risultati incoraggianti sono stati per la prima volta segnalati dal Monaldi-Cotugno di Napoli, i soggetti in cura nel nosocomio bruzio stanno rispondendo bene. Otto gli ammalati sottoposti al trattamento, tra i quali i due ricoverati in rianimazionee sei dell’unità operativa di malattie infettive guidata da Antonio Mastroianni. Le prossime 48-72 ore saranno determinanti.

In attesa della nuova fornitura

Per il momento è stata utilizzata la versione sottocutanea che era disponibile nella farmacia ospedaliera. Già lunedì la Roche dovrebbe consegnare una partita della formulazione endovenosa.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio