Emergenza pandemia

Vaccino anti Covid, la siringa senza ago sbarca a Catanzaro: adesioni soprattutto tra i più giovani

Funziona con un meccanismo a pressione, l'obiettivo è agire sugli strati di popolazione ancora refrattari all'immunizzazione. Una novità per la Calabria, prima si era costretti ad andare a Messina

711
di Luana  Costa
11 settembre 2021
14:11

«La siringa senza ago è una novità per la Calabria, in precedenza i calabresi erano costretti a varcare lo Stretto e ad andare a Messina perché era il centro più vicino dove poter fare la vaccinazione anti Covid con questo dispositivo». Lo conferma Francesco Talarico, direttore medico del Ciaccio De Lellis dell'ospedale Pugliese di Catanzaro, dove da questa mattina è disponibile il presidio che potrebbe aiutare a risollevare le sorti di una campagna vaccinale dai numeri sempre più risicati.

Paura dell'ago

«Questo vuole essere anche uno strumento - ha dichiarato il medico - per incentivare l'adesione alla campagna vaccinale con l'obiettivo di agire su quegli strati di popolazione ancora refrattari al vaccino». Secondo uno studio, almeno il 10% della popolazione sarebbe affetto da una vera e propria fobia nei confronti dell'ago: «Era sconosciuta ai più, devo dire anche ai medici - ha aggiunto il direttore -. È emersa prepotentemente proprio con la campagna vaccinale quando si è visto che numerose persone rifiutavano l'immunizzazione proprio per la paura appunto dell'ago».


Adesioni tra i più giovani

Il presidio sfrutta un meccanismo a pressione per l'infusione del vaccino inframuscolo, senza punture né dolore: «Lo abbiamo già provato all'interno del nostro centro e abbiamo avuto un ottimo riscontro per cui questo vuole essere un invito per tutti i calabresi che presentano questo problema». La nuova modalità di somministrazione sta prendendo piede soprattutto tra gli dolescenti: «Sicuramente le fasce che stanno aderendo sono le più giovani in particolare. In generale, tutte le fasce d'età ma in particolare gli adolescenti che sono quelle che possono avere più paura».

Come prenotarsi

Si ricorda che le persone interessate, che siano in possesso di documentazione medica attestante questo tipo di fobia, potranno rivolgersi al punto vaccinale suddetto scrivendo una email a vaccinidl@gmail.com. In risposta verrà assegnato il giorno e l’orario nel quale presentarsi.     

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top