I dati

Vaiolo delle scimmie, 689 casi confermati in Italia: l’Ema dà il via libera all’utilizzo del vaccino Imvanex

Il maggior numero di casi si registra in Lombardia, seguita da Lazio ed Emilia Romagna. L'età mediana dei pazienti è di 37 anni: si tratta di 679 maschi e 10 femmine

52
di Redazione
19 agosto 2022
23:30

Salgono a 689 i casi confermati di vaiolo delle scimmie in Italia, mentre l'Oms avverte che sono circa 35mila da 92 Paesi, con 12 decessi nell'ultima rilevazione ed un aumento del 20%, la maggior parte in Europa e America. In Italia l'ultimo bollettino del ministero della Salute, evidenzia un aumento di 27 casi dall'ultima rilevazione dello scorso 16 agosto. I casi collegati a viaggi all'estero sono 190. L'età mediana dei pazienti è di 37 anni: si tratta di 679 maschi e 10 femmine.

Il maggior numero di casi si registra in Lombardia (297), Lazio (125) ed Emilia Romagna (72). I contagi dunque non si arrestano e crescono di settimana in settimana con la necessità di procedere alla vaccinazione in maniera spedita. L'Ema ha infatti dato il via libera all'utilizzo del vaccino Imvanex con una iniezione intradermica. «Grazie a grazie a questa nuova raccomandazione Ema - ha riferito la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides - possiamo vaccinare 5 volte di più». Il vaccino è autorizzato ora solo per iniezione sottocutanea, ma per via intradermica ne serve una dose minore, e data la fornitura limitata del vaccino, più persone possono essere vaccinate.


«Le autorità nazionali possono decidere come misura temporanea di utilizzare Imvanex come iniezione intradermica a una dose più bassa per proteggere le persone a rischio durante l'attuale epidemia di vaiolo delle scimmie, mentre la fornitura del vaccino rimane limitata», segnala l'Agenzia. L'Ema avverte che esiste un rischio maggiore di reazioni locali (come arrossamento di lunga durata e ispessimento o scolorimento della pelle) dopo le iniezioni intradermiche e raccomanda l'uso di siringhe a basso volume per ottimizzare le dosi.

La task force ha anche sottolineato l'importanza di somministrare correttamente le iniezioni intradermiche, raccomandando che solo gli operatori sanitari con esperienza nella somministrazione di iniezioni per via intradermica somministrino il vaccino in questo modo. E mentre i Centri di controllo delle malattie americani ammettono errori gravi nella gestione della pandemia, annunciando una vasta riorganizzazione dell'Agenzia, in Usa si registrano casi di bimbi molto piccoli infetti. Le autorità americane chiedono, inoltre, di isolare per 21 giorni i cani venuti in contatto con i malati dopo il caso del contagio a Parigi di un cane e del suo padrone. E proprio a Parigi si contanto nuovi casi di persone asintomatiche, altre 11 due giorni fa, con un rischio elevato che si allarghino i contagi.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top