Da Lamezia all’Università Lumsa grazie al teatro di Shakespeare

La presidente della Fita (Federazione italiana teatro amatori) di Catanzaro, nonché responsabile dell’associazione culturale “A regola d’Arte”, con laboratori mensili formerà gli studenti dell'ateneo privato sul mondo dei musical

1
di Redazione
10 dicembre 2021
06:28

Partirà il prossimo 17 dicembre “Living in Lumsa” un nuovo progetto portato avanti dall’Università Lumsa e l’associazione Culturale “A regola d’arte”, nell’ambito delle attività extra-curriculari dell’ateneo. Si tratta della messa in scena del musical «Romeo & Giulietta - Ama e cambia il mondo», scritto e musicato dal compositore francese Gérard Presgurvic e ispirato dalla celebre tragedia di William Shakespeare «Romeo e Giulietta».

La regia di Romeo e Giulietta e la docenza agli studenti universitari è stata affidata a Tiziana De Matteo, che curerà l’aspetto didattico del teatro con laboratori mensili che, attraverso la messa in scena dello spettacolo, formeranno i giovani talenti della Lumsa sul mondo dell'opera musical. Lavoreranno con l’insegnante calabrese, due studenti della Lumsa, Ludovica Fiorenza e Riccardo Insinga. Lo spettacolo sarà portato in scena a maggio 2022.


«Il progetto – affermano dalla Lumsa - prende le mosse dalla consapevolezza che il teatro e la musica siano da sempre fonte di gioia e di serena aggregazione, ma anche di allegria e carica positiva. Tutte queste sensazioni sono mancate nei momenti più duri dell’emergenza sanitaria e tuttora stentano a riaffermarsi. L’idea è quindi quella di promuovere la nascita di un Laboratorio di Musical Theater finalizzato alla messa in scena dell’opera di Presgurvic, un modo per veicolare un messaggio di rinascita della vita e di convivialità a margine del terribile periodo pandemico che stiamo vivendo, cercando di coadiuvare il tutto attraverso un approccio giovanile alle arti che possa coinvolgere l’intera comunità studentesca».

«In questo momento di buio per tutti gli artisti – dice De Matteo– poter riaprire il palcoscenico di un teatro è la proiezione della speranza che si chiarisce nuovamente all’orizzonte umano. Poter tornare poi, a parlare di arti sceniche con i ragazzi, con un metodo umano e didattico, ridona nutrimento ai quei sogni che purtroppo, abbiamo dovuto forzatamente rinchiudere nei cassetti dell’animo».

«Cercherò di portare avanti questo progetto – conclude – con serena serietà, portando con me, tutte le edificanti emozioni che ogni giorno ricevo dai miei alunni lametini, certa che il teatro, linguaggio universalmente condiviso, sia panacea contro i mali dell’animo e del corpo«.

Un in bocca al lupo a Tiziana De Matteo, giunge dal presidente regionale Fita, Consolato Latella e da tutta la federazione. «Siamo orgogliosi – dichiara Latella – perché finalmente il teatro amatoriale trova spazio nella dimensione della didattica che si accompagna naturalmente a professionale. La federazione è grata a Tiziana per aver investito nella passione per il teatro, il vero spazio emozionale che unisce le due realtà del professionale e dell’amatoriale. Sono sicuro - conclude – che Tiziana saprà ben rappresentare tutto il comitato regionale Fita che si unisce a lei, in questa belle avventura».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top