Lamezia, il teatro riparte con il festival Matrioska: la kermesse diventa itinerante

VIDEO | L'evento ideato e diretto da Mammut Teatro viene realizzato con il sostegno della Regione Calabria e con il patrocinio del Comune

2
di Tiziana Bagnato
6 giugno 2021
14:04

Torna il teatro a Lamezia Terme dopo un’epidemia che ha contratto il settore, schiacciato la programmazione, messo con la spalle al muro il comparto. Lo fa con Matrioska, evento ideato e diretto da Mammut Teatro realizzato con il sostegno della Regione Calabria e con il patrocinio del Comune di Lamezia Terme e che dopo anni in cui ha indossato la veste di rassegna si rinnova con quella di Festival.

Una soddisfazione per chi, come il direttore artistico Gianluca Vetromilo e Armando Canzoniere, ci avevano scommesso sin dall’inizio, quando era ancora un progetto semi sperimentale da portare in giro nei locali. Ora la svolta, caratterizzata non solo da una fluidità nelle date, ma anche dal racconto itinerante, da una narrazione che rifugge il contenitore prefefinito e cerca luoghi capaci ci accogliere al meglio il rapporto attore, spettatore.


Due le anteprime il 6 e il 13 giugno, poi a seguire quattro giorni di cartellone, dal 7 al 10 luglio. Tutti in luoghi differenti, un teatro itinerante, pronto ad arrivare nei luoghi che più gli sono consoni, sfuggendo ad un contenitore predefinito, alla ricerca di quel rapporto con il pubblico perso per troppo tempo. Nelle anteprime, proposte al Cafè Retro di Lamezia Termel’artista romano Daniele Parisi, oggi protagonista del film “L’Ospite” su Netflix, presenta “La vita non è una beffa”, un one man show di monologhi sul pubblico, intrecci d’amore disperati e canzonette malinconiche.

Il 13 giugno Claudio Morici, tra i nuovi volti di Propaganda live su La7 porterà in scena “Fenomenologia dei rapporti di coppia considerati nel periodo storico degli ultimi 10 minuti in Italia”. Poi il canonico cartellone con il 7 luglio al Lido La Marinella, il pluripremiato lavoro di Saverio Tavano "Patres", con Dario Natale e Gianluca Vetromilo che vanta oltre 60 repliche in Italia.

A seguire l’8 luglio al Civico Trame "Pizzo, canti di denuncia", il progetto/spettacolo di Riccardo Lanzarone. Venerdì 9 luglio al Teatro "Francesco Costabile" dallo Stretto il Clan degli Attori presenta "Il Rasoio di Occam" di Giusi Arimatea e Giovanni Maria Currò con Mauro Failla, Tino Calabrò e Alessio Bonaffini. Chiude il 10 luglio al "Costabile" Roberto Latini con "Amleto + Die Fortinbrasmaschine". Tra gli eventi, la mostra itinerante tra i luoghi del festival "Pick and Mix" di Valeria Weerasinghe, illustratrice italo-srilankese.

 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top