Cinema

My Dreams, il nuovo corto di The Saccomando brothers: gli artisti reggini che piacciono ai critici

I giovani Alessandro e Giuseppe Saccomando, dopo aver partecipato al David di Donatello, tornano sulle scene dei festival cinematografici con la loro nuova opera

330
25 agosto 2021
18:00
I Saccomando brothers
I Saccomando brothers

Si appresta ad essere valutato dai migliori festival del cinema locali nazionali. E’ “My Dreams”, la nuova opera di “The saccomando brothers”, associazione culturale no-profit di regia e spettacolo creata nel 2019 da due giovanissimi reggini, Alessandro e Giuseppe Saccomando che, nonostante l’età, hanno già raggiunto importanti riconoscimenti nazionali.
Basti pensare che l’anno scorso, il loro cortometraggio, titolato “Insieme”, che racconta di due giovani fratelli abbandonati dal padre e poi orfani di madre che, tra mille difficoltà, grazie al loro legame riescono a crearsi un futuro migliore, ha ricevuto la menzione speciale al festival internazionale del cinema povero 2020 come film d’esordio; è arrivato in semifinale al festival del cinema di Cefalù del 2021 e all’emerging artist film festival 2021, fino ad arrivare ad essere tra i partecipanti quest’anno al social world film festival e al David di Donatello.

La trama di “My Dreams”

Il nuovo cortometraggio, che vede la partecipazione straordinaria del noto attore Gianni Pellegrino, già presente ne “Il ciclone” di Leonardo Pieraccioni, è stato ultimato lo scorso giugno, dura circa 15 minuti ed è stato prodotto con un budget di soli 4000 euro.
Racconta la storia di un giovane liceale, Alessandro, cresciuto in campagna come contadino in aiuto al padre nel lavoro e in aiuto al fratello con gli studi. Alessandro ha il sogno di divenire attore, trovando la ferma opposizione del padre. Decide allora di scappare di casa per realizzarsi ma, una sopravvenuta grave malattia del padre lo porta a ritornare, senza mai dimenticare il suo sogno artistico e professionale.


La soddisfazione degli attori

Particolarmente orgogliosi della nuova creazione artistica sono i fratelli-attori protagonisti e membri dell’associazione produttrice dell’opera, che ha tratti biografici. Lo stesso Alessandro Saccomando, classe 2000, a soli 14 anni viene chiamato ad interpretare una parte nel noto film “Anime nere” di Francesco Munzi e, poco dopo, ad avere un ruolo in “White flowers” di Marco De Angelis e Antonio di Trapani. Insomma, una carriera precoce alla quale si è unito il fratello Giuseppe, diplomatosi due anni fa come attore all’Accademia artisti di Roma.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top