Il Cosenza resta in serie B: ecco le immagini della festa rossoblu

VIDEO | Al termine delle partite i tifosi si sono spontaneamente radunati nei pressi dello stadio per salutare tecnico e giocatori dopo aver centrato la salvezza

108
di Salvatore Bruno
1 agosto 2020
04:05
I tifosi del Cosenza in marcia verso lo stadio
I tifosi del Cosenza in marcia verso lo stadio

C’era un profondo clima di fiducia alla vigilia del match salvezza contro la Juve Stabia. Il sorpasso operato ai danni dei campani lunedì scorso, quando il Cosenza si è imposto con un roboante 5-1 in casa dell’Empoli, aveva alimentato le speranze di poter agguantare i playout, obiettivo di Roberto Occhiuzzi, subentrato a giugno alla guida della prima squadra per raccogliere una sfida da far tremare i polsi: recuperare uno svantaggio di ben otto punti.

Calda accoglienza

All’arrivo allo stadio, il pullman della squadra era stato accolto da decine di sostenitori con fumogeni e cori di incoraggiamento. Certo, c’era anche una speranza di poter evitare la coda degli spareggi. Ma il successo non sarebbe bastato: bisognava sperare anche in una combinazione di risultati e circostanze favorevoli.

Tutti davanti al video

Calcio d'inizio alle ore 21 con centinaia di teleschermi sintonizzati su Dazn, per seguire l’evolversi della partita, in abitazioni private, pizzerie, locali all’aperto. Tutti con un occhio alla gara del San Vito-Marulla e lo sguardo incollato sui telefonini, mantenendo alto l'interesse per le vicende dagli altri campi. Le prime buone notizie sono cominciate a giungere da Venezia, dove il Perugia ha finito col perdere per 2-0, scivolando in classifica sotto i silani, nel frattempo in vantaggio grazie a Sciaudone e Riviere.

Colpo di scena

Quando tutto lasciava presagire una sfida ai playout tra Cosenza e Perugia, e per i rossoblù sarebbe stato comunque un traguardo notevole vista la condizione di partenza, ecco materializzarsi anche il secondo risultato favorevole: la sconfitta del Pescara sul terreno del Chievo Verona. Un colpo di scena proprio in dirittura d'arrivo.

Il regalo di Garritano

Al Bentegodi, a due minuti dalla fine, va in rete Luca Garritano, scuola Inter, nato in riva al Crati e cresciuto proprio nel quartiere di Via degli Stadi. Il calcio è straordinario: mille chilometri più a nord del capoluogo bruzio, un cosentino salva il Cosenza e regala una notte di felicità al popolo rossoblù. Nei filmati le interviste realizzate a caldo ai tifosi ed alcune immagini della festa.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio