“Hasta cuanto podemos”, l’iniziativa per dare un calcio al cancro

A Cosenza una raccolta fondi per l’acquisto di macchinari utili alle cure dei malati e un’asta benefica con in palio le maglie di alcuni top player

5
di Redazione
4 gennaio 2019
16:47

Calcio solidale per battere il cancro e sostenere le cure per i malati. È il senso dell’asta benefica che si terrà domani, 5 gennaio, a Cosenza. Iniziativa promossa da Fondazione Lilli e Nu Sushi con il sostegno del Cavó. Una mobilitazione di energie positive che calendarizzano iniziative per raccogliere fondi utili ad acquistare uno speciale frigorifero per il trasporto di medicinali per le cure dei malati di tumore e un riscaldatore Techne DB 3 Dri Block. Quest’ultimo uno strumento necessario per la corretta preparazione dei farmaci chemioterapici. Si comincia il 4 gennaio alle ore 19 con un aperitivo solidale al Nu Sushi di via Vittorio Veneto il cui ricavato sarà utilizzato per l’acquisto dei macchinari utili alle cure dei malati di Cancro.


Quindi la mattina del 5 gennaio alle ore 11 visita al reparto di Pediatria dell’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza per un momento di vicinanza ai bimbi ricoverati. Saranno presenti alcuni dei calciatori che hanno sostenuto attivamente l’iniziativa tra i quali Nicolas Spolli, difensore argentino ex della Roma e ora in forza al Genoa e Luca Garritano. Regali e sorprese per i bambini, da palloni autografati e maglie di calcio. Quindi nel pomeriggio (ore 17) presso il Cavò di via Galliano a Cosenza, il momento clou con l’asta di beneficenza, un momento da non perdere per gli innamorati del calcio. Saranno messe in palio le maglie di alcuni top player, calciatori di serie A, calciatori di squadre internazionali e del Cosenza calcio. In bella vista le maglie autografate dei campioni più amati del calcio internazionale. Calciatori solidali per dare un calcio al cancro.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio