Mondiali Nuoto: Italia d’argento nella staffetta mista

Nel mar Giallo increspato dalle onde il quartetto azzurro si è fatto valere. Vittoria anche per il Setterosa

di Redazione
18 luglio 2019
22:30
15

È arrivata la seconda medaglia per l’Italia del nuoto di fondo impegnata nei Mondiali in Corea del Sud. Dopo una staffetta al cardiopalma gli azzurri conquistano l'argento sui 5.000 metri nella rada dell'Expo Ocean Park con Rachele Bruni (che aveva conquistato il bronzo nella 10 chilometri), Giulia Gabbrielleschi, Domenico Acerenza e Gregorio Paltrinieri, che si piazzano tra la Germania d'oro e gli Stati Uniti di bronzo.

Nel mar Giallo increspato dalle onde, stamattina avversario in più per tutti quando si provava a cambiare ritmo, il quartetto azzurro si è fatto valere.

Gli Stati Uniti, battuti due anni fa dalla Francia, partono a razzo con Haley Anderson, argento iridato nella 10 km. Bruni, stremata dalle due prove precedenti fatica a trovare il ritmo e chiude 13^ con un distacco di 24"3. Gli americani inseriscono il nuotatore migliore Jordan Wilimovsky, oro iridato a Kazan '15 della 10 km e doppio argento sul Balaton compresa la staffetta, e fanno il vuoto inseguiti dalla Cina e dalla Francia ad oltre dieci secondi. Gabbrielleschi chiude una frazione da 13'44"8, cinquanta secondi meno della compagna e passa il testimone ad Acerenza in nona posizione, con un distacco 36"2 dal vertice. Il lucano è scatenato, e in un amen recupera la testa portandosi fino al tedesco Meissner. Al terzo giro la Germania precede l'Italia di tre secondi e gli Stati Uniti di dieci, grazie ad un’intelligentissima Ashley Twichell, abile a sfruttare la scia e a dare il cambio a Michael Brinegar per giocarsela fino in fondo.

Paltrinieri e Muffels, bronzo nella 10 km, iniziano una lotta che dura 1250 metri, con l'olimpionico della vasca azzurro che tenta in tutti i modi di liberarsi dall’autentica marcatura del tedesco. Muffels sfrutta tutte le armi a disposizione e, da atleta navigato delle acque libere, ostacola l’azione di SuperGreg impedendogli di fuggire e consentendo invece il rientro di Brinegar. Nel cono finale va in scena il solito arrivo allo sprint che premia il tedesco, ma esalta la leva più lunga del braccio di Paltrinieri che brucia per un decimo l’americano al tocco.

«Sto imparando tanto e avrò una stagione intera per migliorare ancora in questa disciplina - ha osservato l'olimpionico azzurro, comunque soddisfatto per la medaglia conquistata - Per tutta questa settimana mi do la sufficienza: oggi abbiamo vinto un argento mondiale che corona tutti gli sforzi fatti ed è un buon punto di partenza per alimentare il sogno olimpico. Non sono ancora tra i più forti nel fondo, me la gioco ma non vinco mai: mi manca esperienza per essere alla pari con atleti più scaltri e furbi, ma in questi giorni ho tanta consapevolezza».

Anche il Setterosa vince

La giornata dei Mondiali coreani ha registrato anche la terza vittoria delle azzurre della pallanuoto, argento all'Olimpiade di Rio de Janeiro. Il Setterosa ha superato la Cina con il punteggio di 14-6 chiudendo il girone D con un percorso netto, tre vittorie in altrettante gare.

Il primato garantisce all'Italia la qualificazione diretta ai quarti di finale, in programma lunedì prossimo alle 18 e 30 locali (11 e 30 del mattino italiano): il Setterosa attende il nome dell'avversaria, che uscirà dal play-off tra la favorita Ungheria e la modesta Nuova Zelanda in programma sabato. Domani mattina alle 5.30 torna in vasca invece il Settebello contro la Germania: agli azzurri basta un pareggio per vincere il girone D e strappare il biglietto per i quarti

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio