Dilettanti Calabria

Promozione B: la top ten di Zona D saluta la prima posizione del portiere dell’Atletico Maida Salvatore Iozzi

L’estremo difensore in vetta davanti a Surace del Capo Vaticano e a Romeo del San Nicola da Crissa. A seguire Barolo, Bruzzaniti, Jaiteh, Panuccio, La Torre, Arzola e Cotroneo

25
di Roberto Saverino
31 maggio 2024
13:25

Incerta fino all’ultimo, con una batteria di attaccanti da fare paura a giocarsi le prime posizioni. A trionfare, però, è stato un portiere, perché il punteggio acquisito nel corso della stagione gli ha permesso di conservare quella prima posizione difesa nelle battute finali. È Salvatore Iozzi il vincitore della Top Ten di Zona D, il format che LaC Tv dedica al calcio dilettantistico calabrese. L’estremo difensore dell’Atletico Maida ha conseguito il primo posto con 75 punti, inanellati durante l’annata vissuta da protagonista nel girone B di Promozione. Per lui 13 presenze settimanali nella Top Ten, lo stesso numero, guarda caso, delle gare di campionato nelle quali non ha subito reti difendendo la porta della squadra giallorossa, fra le note liete del campionato.

Salvatore Iozzi (19° nello scorso torneo) succede a Giovanni D’Agostino, vincitore lo scorso anno, mentre nel 2022 aveva vinto il difensore Domenico Stillitano della Gioiese. Per l’estremo difensore catanzarese, in questi giorni impegnato con il beach soccer, un’annata da incorniciare e un primo posto che vale, a maggior ragione se si pensa al fatto di aver avuto la meglio su un’agguerrita concorrenza. Alle sue spalle c’è Diego Surace, l’attaccante rivelazione del torneo. Al suo primo anno fra i Dilettanti in Calabria, si è messo in luce con un gran bel numero di reti, arrivando a quota 22 gol in campionato. Per lui, nella Top Ten di Zona D, un onorevole 2° posto che vale moltissimo, con 68 punti all’attivo, e che sta lì a testimoniare la costanza di rendimento avuta nel corso della stagione.


Il terzo gradino del podio è occupato da un difensore. Il San Nicola da Crissa era partito con tante ambizioni, ma strada facendo ha riposto i sogni di gloria. A guidare la squadra il centrale Antonio Romeo, il quale in un anno per lui sicuramente particolare a livello personale, ha trovato la forza per andare avanti. Alla fine con 66 punti Romeo, per un soffio, è riuscito a conservare il terzo gradino del podio e questo attestato rappresenta anche (ma non solo) un premio alla carriera, fermo restando che uno come lui continua a far bene in queste categorie.

Per un solo punto (65 il totale) ha sfiorato il podio il centravanti Matias Barolo, altro bomber di rilievo del campionato (21 reti al suo attivo). Ha segnato tanto e con una certa costanza, garantendo un rendimento elevato che non è ovviamente sfuggito ad una classifica, quella di Zona D, che tiene in grandissima evidenza la serie di prove offerte nel corso dell’anno, senza fermarsi a sporadici exploit.

Alle spalle di Barolo, un terzetto niente  male, arrivato a quota 64 punti, a dimostrazione ulteriore di una lotta incerta fino all’ultimo. Domenico Bruzzaniti dell’Ardore ha avuto una partenza a rilento che, probabilmente, gli è costato il primato finale, ma nel girone di ritorno a segnato a raffica e con frequenza, offrendo prestazioni all’altezza della situazione. Assieme a lui ecco Ebrima Jaiteh della Saint Michel, capace di fare la differenza nell’attacco della squadra reggina: la sua velocità ha messo in crisi parecchi avversari. A completare il terzetto a quota 64 c’è l’eterno Francesco Panuccio, anche lui in forza alla Saint Michel. Fra i pali la consueta garanzia. Esperto ed efficace, Panuccio rimane un esempio per tanti giovani. Il fatto di ritrovarlo a 40anni nella Top Ten dei migliori la dice tutta su chi è realmente e sul valore di Panuccio.

Quindi in ottava posizione troviamo Antonio La Torre, rimasto in corsa per il podio fino alla quartultima giornata. Lo scarso utilizzo nelle ultime tre gare gli ha impedito di conquistare quei punti utili per rimanere ancora più in alto, ma cambia poco, perché la mezzala ricadese vanta un significativo record relativo alla Top Ten di Zona D. Antonio La Torre è l’unico calciatore infatti a essere finito nei primi dieci per il terzo anno consecutivo. Classe 2003, grande sostanza in campo, anche stavolta ha dato vita ad una stagione di rilievo, con una costanza di rendimento da fare paura.

Nella Top Ten di Zona D troviamo l’attaccante Buades Arzola, il quale con 60 punti si attesta in nona posizione. Le sue reti sono state determinanti per la salvezza del Melito. Infine ecco il portiere ultra quarantenne Angelo Bianco: con grande gagliardia ed esperienza ha difeso ottimamente la porta del Bianco. Pure per lui una gran bella annata.

Da un portiere all’altro, pertanto, si racchiude la Top Ten dell’anno nel girone B di Promozione. A vincere è quindi Salvatore Iozzi, il quale sarà fra l’altro ospite in occasione della puntata conclusiva di Zona D, in onda stasera alle 23.00 su LaC Tv (canale 11 DDT, 411 TivùSat, 820 Sky). Se ti sei perso qualche episodio, scarica l'app LaC Play o visita www.lacplay.it per rivedere le migliori produzioni e rimanere aggiornato sull'informazione del mondo LaC! #ZonaD #CalcioDilettantistico #LaCTv.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all news Guarda lo streaming di LaC Tv Ascola LaC Radio
top