Serie B, Cosenza ancora un pareggio: in casa della Reggiana finisce 1-1

Gliozzi porta in vantaggio i lupi, l'ex Varone la pareggia nella ripresa. Le due squadra ancora appaiate a quota 29 al quintultimo posto 

3
di Francesco Spina
20 marzo 2021
16:01

Tra Reggiana e Cosenza al "Mapei Stadium" arriva un pari che sostanzialmente non serve a nessuna delle due formazioni. I rossoblù passano ad inizio del primo tempo con il settimo gol stagionale di Gliozzi, nella ripresa il pari di Ivan Varone. 

La partita

Il match inizia nel migliore dei modi per il Cosenza: la squadra allenata da Roberto Occhiuzzi si porta in vantaggio dopo 2 minuti. Azione in velocità dei lupi con il pallone che arriva sulla sinistra a Crecco servito da Tremolada: il numero 26 rossoblù vede Gliozzi appostato nel cuore dell'area e lo serve di prima. Per l'attaccante è un gioco da ragazzi depositare il pallone in rete: è il settimo gol di Gliozzi in campionato. La partita è da subito piacevole: al 4' Kargbo entra in area di rigore creando scompiglio nella difesa dei lupi, il pallone arriva poi a Laribi che conclude ma trova la respinta del muro rossoblù. Sulla ripartenza che ne segue il Cosenza va vicinissimo al gol del raddoppio: Sciaudone allarga per Luca Crecco che ancora una volta suggerisce per Ettore Gliozzi. L'attaccante di Siderno calcia a botta sicura ma questa volta è sfortunato: il pallone prima colpisce il palo alla destra di Venturi, poi rotola lungo la linea di porta e centra anche il legno alla sinistra dell'estremo difensore granata. La Reggiana si salva con il doppio palo. Il Cosenza gioca bene e cerca ancora una volta il gol, questa volta con Carretta:il sinistro del numero 10 è insidioso ma trova la respinta in angolo del portiere granata. 


Falcone protagonista 

La reazione dei padroni di casa arriva al 25': dagli sviluppi di un calcio d'angolo il pallone arriva a Lunetta che prova a sorprendere il Cosenza dal limite dell'area. Il tiro è potente ma la respinta di Falcone è decisiva: grande riflesso del portiere, che ancora una volta dimostra di essere sprecato per la serie B. L'estremo difensore rossoblù è attento anche al 34': Varone di testa serve Ardemagni che viene anticipato dall'ottima chiusura di Falcone. 

Proteste granata

Al 36' la squadra allenata da Alvini è pericolosissima: Ardemagni buca centralmente la difesa del Cosenza e si invola verso la porta. L'intervento in chiusura di Tiritiello non è pulitissimo con la spalla del difensore che colpisce la schiena dell'attaccante che cade a terra. Per il direttore di gara non ci sono le condizioni per fischiare il penalty ma le proteste dei granata sono veementi. Il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio

Secondo tempo 

L'approccio della seconda frazione di gioco vede la Reggiana con un atteggiamento più propositivo rispetto a quello del Cosenza. Al 51' Lunetta riceve palla in area e prova in diagonale a sorprendere Falcone: il portiere ancora una volta e decisivo. La Reggiana si riversa nella metà campo cosentina e al 55' Kargbo va al tiro che trova però la deviazione della difesa rossoblù. 

Paura per Gliozzi 

Al 63' dopo uno scontro di gioco Ajeti si lascia andare ad una reazione che meriterebbe il rosso ma trova solo l'ammonizione: colpisce l'attaccante del Cosenza che cade a terra battendo la testa. Attimi di apprensione con il gioco che resta fermo per oltre quattro minuti. Gliozzi è costretto ad abbandonare il campo in barella, al suo posto entra Marcello Trotta.

Pareggio granata 

Alla mezz'ora la squadra di casa riesce a trovare il gol del pari: il pallone scodellato in area rossoblù trova la deviazione di Ingrosso che spazza di testa. La sfera arriva nei pressi di Varone che di prima intenzione con un destro al volo buca Falcone. Dopo la rete messa a segno al Marulla nella gara d'andata, l'ex giocatore del Cosenza timbra anche al ritorno. Varone è pericoloso anche a 10 minuti dalla fine: il pallone colpito in diagonale finisce di poco a lato. Nel finale di partita il Cosenza va vicinissimo al gol prima con il colpo di testa di Tiritiello (89') poi con la più clamorosa occasione per Trotta che viene murato in angolo all'ultimo dei 6 minuti di recupero

Il tabellino 

Reggiana: Venturi; Libutti, Rozzio, Ajeti (25′ st Costa), Yao; Del Pinto (13′ pt Lunetta), Radrezza, Varone (39′ st Muratore); Laribi (39′ st Pezzella); Kargbo, Ardemagni (39′ st Mazzocchi). A disposizione: Cerofolini, Zamparo, Espeche, Siligardi, Kirwan, Cambiaghi. All. Alvini.

Cosenza: Falcone; Tiritiello, Idda, Ingrosso; Gerbo (24′ st Corsi), Sciaudone, Petrucci, Crecco (37′ pt Vera); Tremolada (12′ st Kone); Carretta, Gliozzi (24′ st Trotta). A disposizione: Matosevic, Saracco, Bahlouli, Sacko, Bouah, Legittimo, Antzoulas, Sueva. All. Occhiuzzi.

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata (Sechi – Saccenti). IV UOMO: Eugenio Abbattista di Molfetta.

Marcatori: 2′ pt Gliozzi (C), 30′ st Varone (R).

NOTE: Gara disputata a porte chiuse. Giornata soleggiata, temperatura di 10°C circa. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: 13′ pt Idda (C), 38′ pt Ingrosso (C), 20′ st Ajeti (R). Recupero: 2′ pt; 6′ st.

 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top