Serie D, in campo per i recuperi ma non si placano le polemiche sui criteri dei ripescaggi

VIDEO |Domani in programma cinque partite. Giocherà anche il Marina di Ragusa ma con una formazione di emergenza per via delle assenze causa Covid

29 giugno 2021
16:39

Questo interminabile campionato di Serie D non è ancora giunto alla sua conclusione. È stata chiesta e ottenuta una proroga per terminare la stagione regolare e per consentire la disputa dei play off. Domani, allora, si torna in campo per disputare cinque recuperi della 33ª giornata. Al San Filippo si gioca una partita decisiva per la promozione e per la retrocessione, vale a dire quella fra l’Acr Messina e il Marina di Ragusa, ma una delle due squadre arriverà a questo importante appuntamento con una formazione di emergenza. Cosa, questa, che non fa piacere al Messina Fc, che insegue i cugini dell’Acr a due punti di distanza.

In chiave salvezza, per le calabresi, si tratta di una partita fondamentale per il Rende. Al Lorenzon, a porte chiuse, arriva un Biancavilla che nulla ha da chiedere al campionato e i cosentini hanno bisogno di una vittoria per raggiungere il proprio obiettivo, sperando magari in un ko del Marina di Ragusa. In casa del Troina, cerca punti utili per la salvezza anche il Cittanova, onde evitare di rimane coinvolto fino all’ultimo, sperando anch’esso in uno stop dei ragusani. Le altre partite in programma domani sono Paternò – Fc Messina e Licata – Città S.Agata.


Infine la decisione della Lega Nazionale Dilettanti di procedere ai ripescaggi solo fra le squadre retrocesse dalla Serie D, può favorire il Roccella. La squadra jonica avrebbe un ottimo punteggio per ottenere il ripescaggio, ma la decisione ha alimentato la delusione e le polemiche di quelle squadre di Eccellenza, in particolare in Calabria, che aspiravano ad un punto in Serie D, come Sersale, Vigor Lamezia, Locri e Reggiomediterranea.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top