SPORT E TURISMO | Calabria e Campania unite nel segno delle attività atletiche e non solo

La Regione alla “Borsa Mediterranea del Turismo” con una serie di proposte per la nascita di una nuova cultura turistica puntando su un sempre più stretto legame con la terra all’ombra del Vesuvio

di Alessio Bompasso
24 marzo 2018
11:44

Rafting, bike experience nel Parco Nazionale del Pollino, birdwatching, diving e snorkeling, campionati di scacchi: sono solo alcune delle attività proposte dal Consorzio Ecotour – rappresentato da Angelo Napolitano e Giancarlo Formica - per la creazione di una nuova offerta di servizi turistici che si riappropri del legame morfologico tra montagna e mare dei 40 km che compongono la Riviera dei Cedri, promosso dalla Regione Calabria in occasione della ventiduesima edizione della Bmt – la Borsa Mediterranea del Turismo fiera in programma fino a domenica 25 marzo alla Mostra d’Oltremare di Napoli. A luglio, non a caso, la Calabria ospiterà il campionato italiano di scacchi under 16: un evento che per la prima volta porterà in terra calabrese tanti giovani.

 


“Una serie di proposte che fotografa uno spaccato importante per la nascita di una nuova cultura del turismo calabrese. Il lavoro messo in atto è sintomo di una crescita che viene dal basso, la gestione amministrativa e la politica non hanno nessun merito – ha sottolineato il consigliere regionale Michele Mirabello - un gruppo di imprenditori e di giovani professionisti si è impegnato a far emergere un’immagine nuova e più forte della nostra terra. Si è aperta una nuova stagione, che sarà da stimolo per proseguire su questa strada e lavorare affinché il nostro territorio sia preparato alle sfide che ci attendono. Noi abbiamo il compito di accompagnare questa sfida. In questi anni la Calabria ha fatto enormi passi avanti, i numeri dicono che c’è una crescita esponenziale del turismo e sono convinto che siamo viaggiando nella giusta direzione del turismo esperienziale, nuova frontiera di investimento”. Un futuro che si prospetta particolarmente proficuo anche per i rapporti che legano il turismo della regione Calabria con la Campania. Il territorio campano continua a confermarsi il primo mercato italiano della Regione Calabria. Un rapporto di fidelizzazione che si è consolidato nell’ultimo triennio grazie anche alle strategie messe in campo dall’amministrazione regionale attraverso strumenti di sostegno dell’incoming.

 

Notevoli le risorse finanziarie messe a disposizione dei tour operator per incentivare i flussi dal mercato italiano verso la Calabria, e in particolare dalle regioni di prossimità come la Campania. Nel triennio 2014/2016 si è registrato un incremento di presenze di circa il 10% di flussi turistici dalla Campania verso la Calabria.

 

Nel 2016 la Calabria ha collezionato un numero di 288.780 arrivi campani per un totale di quasi due milioni di presenze annue, una cifra pari al 29,6 per cento della fetta del mercato nazionale.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top