Tuffi da grandi altezze, è calabrese l'unico italiano in gara alle World Series Red Bull

Alessandro De Rose è nato a Cosenza ed è il primo tuffatore a rappresentare l'Italia nella competizione a carattere mondiale di tuffi da 27 metri senza alcuna protezione

667
di Francesco Spina
16 giugno 2021
13:41

La Red Bull Cliff Diving World Series è ripartita. Lo spettacolo dei tuffi da grandi altezze più emozionante del mondo ha fatto il suo debutto annuale, dopo lo stop a causa della pandemia, a Saint-Raphaël, in Francia. Un salto nel vuoto da 27 metri di altezza senza alcuna protezione, dove si raggiungono, e in alcuni casi si sperano gli 85 km/h di velocità in soli 3 secondi di caduta libera. Per la prima volta la dodicesima edizione del circuito ha visto gareggiare lo stesso numero di atleti uomini e donne, valutati con gli stessi parametri.

Unico italiano

A rappresentare in gara l’Italia c’è il calabrese Alessandro De Rose, tuffatore cosentino, classe 1992. De Rose, è il primo e unico atleta italiano ad aver partecipato alla Red Bull Cliff Diving World Series. Il suo debutto risale al 2013, quando venne invitato a gareggiare a Malcesine. Fino a quel momento aveva mostrato le sue abilità in degli spettacoli e da altezze più ridotte.


La carriera di De Rose

Nel 2016 è arrivato per la prima volta nelle prime dieci posizioni dopo una gara, e 12 mesi dopo ha realizzato un'impresa semplicemente memorabile nella storia della World Series. Non era mai salito sul podio prima, eppure è riuscito, da wildcard, a trionfare in una tappa. L'impresa fu già di per sé incredibile, ma la proverbiale ciliegina sulla torta fu indubbiamente la location, ovvero in Italia a Polignano a Mare. Una settimana dopo è salito nuovamente sul podio a Budapest, terzo classificato ai Fina World Championship. Da allora la sua carriera ha visto alti e bassi: la sua vittoria a Polignano gli ha permesso di entrare tra i diver titolari nella World Series 2018, ma l'anno dopo è tornato tra le wildcard. Le ottime performance del 2019, comunque, gli han permesso di reclamare un posto tra i titolari per la nuova stagione. Il 28enne è stato il secondo atleta in assoluto a diventare titolare, tornare wildcard, e rientrare nuovamente tra i titolari.

La gara in Francia

La tappa francese dei tuffi da 27 metri d’altezza è stata vinta dal romeno Catalin Preda con De Rose che ha chiuso al quinto posto. «Dopo 21 mesi d’attesa finalmente la Red Bull Cliff Diving è tornata e ritrovare l’adrenalina del tuffo è stato fantastico – scrive su Facebook Alessandro De Rose - buon risultato a Saint Raphael, ma siamo solo all’inizio, prossimo appuntamento per volare: Oslo!». Il tuffatore cosentino si ritroverà insieme agli altri 23 atleti della World Series torneranno al centro della scena tra 8 settimane, il 14 agosto, per la seconda tappa nella capitale norvegese Oslo.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top