Meteo

Arriva Apocalisse, la sesta ondata di caldo africano dell’anno con temperature record anche in montagna

Ha già iniziato a colpire la Penisola Iberica con 45/46°C all’ombra e nelle prossime ore si espanderà verso l'Italia. Il sotto-zero non verrà registrato nemmeno sul tetto d'Europa, il Monte Bianco, con neve e ghiaccio destinati a sciogliersi a ritmi impressionanti

330
di Redazione
15 luglio 2022
09:37

Pronta ad arrivare anche in Italia la sesta ondata di calore di quest'anno. Ad un mese dal Ferragosto, infatti, la canicola estiva ci ha già accompagnato per 65 giorni: dal 10 maggio, infatti, sono state già cinque ondate di caldo africano hanno raggiunto il nostro Paese. Adesso la sesta ondata ha iniziato a colpire la Penisola Iberica con 45/46°C all’ombra e si espande in queste ore verso l’Italia: si tratta di Apocalisse4800, il nuovo anticiclone che prende il nome dall’eccezionale caldo presente anche in quota, sulle nostre montagne. Caldo che, purtroppo, ha favorito anche il recente drammatico distacco sulla Marmolada.

Temperature sotto lo zero nemmeno sul Monte Bianco

Il clima impazzito, in prevalenza a causa dell’uomo, porterà lo zero termico fino a 4800 metri: lo zero termico è il dato meteorologico che indica l'altitudine sopra la quale la temperatura è sempre inferiore allo zero. In altre parole con Apocalisse4800, con lo zero termico a 4800 metri le temperature non andranno oggi sottozero nemmeno sul tetto d’Europa, nemmeno sul Monte Bianco: il ghiaccio e la neve fonderanno a ritmi impressionanti.


Il Monte Bianco, 4809 metri, il 18 giugno scorso ha già fatto registrare 10°C sulla vetta, ma in queste ore le condizioni sono addirittura peggiori: il ghiaccio e la neve fondono, e Apocalisse4800 ci ricorda che dobbiamo intervenire subito per proteggere i nostri ghiacciai, le nostre montagne e il nostro ecosistema in generale. Caldo record in montagna con zero termico a 4800 metri significa disastri anche in pianura con fiumi a secco e siccità estrema ovunque.

Caldo record anche nel nord Europa

Con questa nuova spinta africana, tra l’altro, nella lista rovente delle nazioni a rischio caldo estremo potrebbero essere inserite anche Germania, Danimarca e persino Inghilterra, Irlanda e Scozia.

Un’ondata europea di calore su gran parte del continente con 40°C attesi a Parigi, 37°C a Londra e 30°C a Dublino. In Inghilterra è prevista allerta ‘ambra’ da domenica a martedì per rischi legati al caldo, in Francia è già in vigore l’allerta ‘arancione’ per 7 dipartimenti del sud del Paese e l’allerta incendi anche nella Valle del Rodano dove è atteso il Mistral (Maestrale) tra oggi e domani.

In Italia lunga fase calda

Tornando in Italia, Apocalisse4800, la nuova risalita nordafricana, già da oggi porterà un primo assaggio di una lunga fase calda che nella migliore delle ipotesi potrebbe durare fino a metà della prossima settimana, nella peggiore fino alla fine di luglio; e non vogliamo guardare oltre.

Antonio Sanò, Direttore e Fondatore del sito www.iLMeteo.it, conferma dunque un rapido e netto aumento delle temperature: Lombardia ed Emilia saranno le zone raggiunte già oggi da 37/38 gradi all’ombra, tra sabato e domenica il caldo si espanderà anche verso il Centro-Sud.

La notizia è che valori ben oltre la media, tra 36 e 38°C ci accompagneranno per almeno una settimana su gran parte dell’Italia, con picchi localmente anche ben superiori.

Una situazione estrema con una tendenza altrettanto preoccupante: il prestigioso centro europeo ECMWF indica per il trimestre settembre-ottobre-novembre temperature decisamente sopra la media sul nostro continente. Ovviamente da ottobre in poi si respirerà (speriamo), ma questa tendenza indica che anche Settembre potrebbe ‘regalare’ ondate di calore africano: in quel caso l’estate 2022 verrebbe ricordata come la più lunga di sempre, una stagione composta da 5 mesi roventi: maggio, giugno, luglio, agosto e settembre in compagnia del caldo africano. Una vera apocalisse, soprattutto in quota.

Le previsioni nel dettaglio

Venerdì 15. Al Nord: soleggiato e molto caldo, qualche temporale sui confini del Triveneto. Al Centro: soleggiato e caldo. Al Sud: soleggiato.

Sabato 16. Al Nord: soleggiato e molto caldo. Al Centro: soleggiato e molto caldo. Al Sud: soleggiato e caldo.

Domenica 17. Al Nord: soleggiato e molto caldo. Al Centro: soleggiato e molto caldo. Al Sud: soleggiato e molto caldo.

Tendenza. Nei giorni successivi ulteriore intensificazione dell'anticiclone nordafricano; temperature in costante aumento, caldo intenso e persistente.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top