Premio mare pulito, Roccella e Melissa i comuni che riceveranno il riconoscimento a Tropea

Tutto pronto per la terza edizione della manifestazione organizzata dall'associazione che porta il nome dell'ex procuratore Bruno Giordano 

331
di Redazione
12 giugno 2021
14:03

Il blu del mare. E l’amore per l’ambiente dell’ex procuratore Bruno Giordano. L’associazione “Mare pulito” che porta proprio il nome di Giordano, da tre anni ormai, è impegnata nell’individuazione dei Comuni virtuosi che si distinguono per l'impegno nella cura dell’ambiente e del mare.

Sabato 26 giugno, alle 20, al Marina Yacht club, nel porto di Tropea, per la terza edizione avrà luogo la premiazione di altri due importanti Comuni calabresi particolarmente attivi in questi ambiti. «Roccella e Melissa: abbiamo individuato, per questa edizione, due luoghi simbolo del territorio», anticipa Francesca Mirabelli, presidente ed anima dell’associazione. «Blu Calabria presenta il premio, ogni anno, per non smettere di sensibilizzare cittadini ed istituzioni. La gestione delle spiagge, la tutela del mare, la qualità dell’acqua. Ogni buona prassi è, per noi, consapevolezza che il percorso avviato sia quello giusto», assicura Mirabelli, annunciando l’incontro.


Tanti gli ospiti

In considerazione della tematica trattata, l’evento vedrà la partecipazione del comandante generale delle Capitanerie di porto, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino. Il programma prevede l’apertura del convegno con gli interventi di diversi ospiti: oltre allo stesso Pettorino che consegnerà personalmente il premio (una targa a cura del maestro orafo Santo Naccarato), anche Emilio Sperone, docente di zoologia marina all’Unical, Michelangelo Iannone, direttore scientifico dell’Arpacal e Antonella Sette dell’associazione “Mare pulito”. Con tutti loro, ovviamente, anche il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì ed altre importanti istituzioni.

L’imprescindibilità della tutela del mare e dell’ambiente in funzione dello sviluppo dell’industria turistica rappresenta uno dei principali settori di interesse per il Paese. Proprio l’attività di tutela dell’ambiente marino e costiero rappresenta uno degli scopi con cui l’associazione cerca di salvaguardare e preservare l’ecosistema per garantirne la fruibilità da parte della collettività. «Vogliamo promuovere la Calabria positiva e siamo impegnati quotidianamente su tutto il territorio. In ogni angolo ed in ogni zona, l’associazione lavora per fare emergere aspetti diversi e visioni finalmente non comuni», spiega la presidente Mirabelli.

La terza edizione sarà anche l’occasione per presentare il “Manuale sulle buone prassi per la tutela del mare”: un libro interamente dedicato alle tematiche poste. Con la prefazione del comandante generale, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino. Con interventi importanti e con spunti di riflessione che accompagneranno il proseguo delle iniziative. «Le istituzioni ed i cittadini: insieme possiamo salvaguardare questa paradiso di territorio. Ed insieme, contestualmente, possiamo anche iniziare ad apprezzare le tante bellezze di questa terra. L’associazione Mare pulito Bruno Giordano è pronta», la chiosa di Mirabelli. Sono pronti anche i calabresi? Il 26 giugno, a Tropea, la risposta.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top