Anche a Crotone il progetto Caritas per l’accoglienza e l’integrazione dei rifugiati

VIDEO | L’iniziativa coinvolge oltre 200 famiglie in Italia, 6 nel Crotonese. Si tratta di nuclei che si rendono disponibili ad aiutare gli stranieri nel loro percorso di inserimento sociale

di Francesca Caiazzo
21 giugno 2021
12:08

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare. Sono i quattro verbi di Papa Francesco riferiti ai migranti a ispirare Apri, progetto nazionale della Caritas Italiana rivolto ai rifugiati in Italia, presentato ieri anche a Crotone in occasione della giornata mondiale del rifugiato.

Le famiglie tutor

L’iniziativa punta a costruire percorsi di integrazione, attraverso la creazione di una rete di accoglienza e di relazioni, mettendo a disposizione dei beneficiari un budget per accedere a servizi e iniziative. «Si sta puntando molto sul cercare di costruire una rete che possa supportare queste persone nel loro inserimento nella società italiana e lo facciamo attraverso le famiglie tutor, che sono famiglie italiane che si rendono disponibili per accompagnare i percorsi di queste persone» spiega Valentina Mele, tutor nazionale del progetto Apri. Centrale il ruolo di queste famiglie tutor che «sono il ponte tra la persona che viene accolta e la comunità».


Un budget per attivare percorsi di integrazione

Il progetto è ancora in corso e al momento sono 271 le famiglie tutor presenti in Italia. Grazie a loro, sono state accolte 500 persone (159 minori non accompagnati, 179 singoli e 97 nuclei familiari), 42 le diocesi coinvolte, tra le quali anche quella di Crotone.

L’iniziativa, come detto, prevede anche l’erogazione di un budget che le Caritas diocesane aderenti mettono a disposizione dei beneficiari per attivare servizi e accedere a iniziative volte all’integrazione degli stranieri: «Si può attivare come tirocinio lavorativo, aiuto per la patente guida, formazione professionale» aggiunge Ramzi Labidi, responsabile diocesano del progetto, che su Crotone ha coinvolto finora 6 famiglie tutor e 17 beneficiari.

All’evento, presenti anche l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Filly Pollinzi, e il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce. Nell’occasione, il primo cittadino ha annunciato che venerdì 25 giugno si terrà la cerimonia di conferimento della cittadinanza simbolica ai bambini figli di genitori stranieri nati a Crotone: dodici gli attestati che saranno assegnati.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top