Calabria delle meraviglie

Antonello, il “lupo della Sila” che insegna ad amare la montagna (anche di notte)

Una straordinaria esperienza in sicurezza: ciaspolate e passeggiate nei boschi innevati anche quando tutti dormono per scoprire le bellezze dell'altopiano silano

854
di Franco Laratta
3 febbraio 2022
12:41

Nonostante le temperature rigide e il vento, continuano le escursioni alla scoperta della meravigliosa montagna della Sila Grande, ai più sconosciuta nelle sue profondità, nei suoi angoli più maestosi e suggestivi.
Di giorno come di notte, sono diverse le escursioni programmate, sempre in sicurezza.
Una delle ultime notti, quando la neve è caduta abbondante, un folto gruppo di appassionati della montagna, guidati dall’espertissimo ‘lupo della Sila’ Antonello Martino, ha effettuato una spettacolare passeggiata notturna nel cuore dell’altopiano silano. Scenari mozzafiato, a diretto contatto con i boschi innevati e con la natura incontaminata e intatta. Freddo, neve, vento e gelo non fanno paura quando si è nelle mani di guide ambientali esperte come Antonello Martino, giovane, qualificato e determinato.

È grazie a lui, al suo volontario impegno di tanti anni, se in tanti si sono avvicinati alla montagna, con rispetto e quasi in punta di piedi. La montagna della Sila è stata così riscoperta, anche amata, perché Antonello ha insegnato a tutti che non bisogna temerla, ma bisogna saperla vivere con attenzione, sempre guidati dalle Guide Ambientali Esperte, che oggi sono già diverse e offrono un servizio importante e altamente qualificato. Ma mai fare da soli.


Antonello ha iniziato sin da ragazzo. In perfetta solitudine. Il suo era amore puro per le nostre spettacolari montagne, per l’aria più pura d’Europa, per l’incantevole parco nazionale della Sila.
Poi man mano la sua passione l’ha messa a servizio di quanti volevano scoprire la nostra montagna ma avevano paura. Lui ha saputo conquistare la fiducia di tutti, con attenzione e prudenza, fino ad arrivare a livelli inimmaginabili. Le ciaspolate ne sono un esempio; come la passeggiate nei boschi innevati in piena notte.
Così sono state superate le paure del ‘lupo cattivo’ (che esiste solo in una favola del tutto sbagliata e banale), come la paura della montagna che inghiotte tutti, e i timori dei più verso i nostri luoghi naturali così affascinanti.

Per molti amare la montagna ha significato per decenni mettersi in coda per le assurde scampagnate di pasquetta, ferragosto e week end estivi, con migliaia di affamati che hanno saputo solo sporcare e inquinare. Uno spettacolo indecente e indecoroso che mai nessuno è riuscito a fermare!
Ecco, Antonello Martino ha saputo essere un educatore gentile ma deciso, insegnando la bellezza, il rispetto per l’ambiente. Ha fatto capire a tutti, con la sua ‘Cammina Sila’, che ci si può innamorare della montagna, dei suoi incantevoli laghi, dei fiumi e degli angoli più inaccessibili e nascosti, ma necessariamente con grande rispetto. Di giorno come di notte, d’estate come d’inverno, a cercare funghi e a fare sport, ma sempre con amore e rispetto.
Un’esperienza che sempre più persone intendono fare, grazie a CamminaSila e ad Antonello, che è divenuto piano piano un punto di riferimento. Lui è di casa a Lorica, ma ama esplorare e ‘conquistare’ sempre nuove vette e nuovi spazi. E dopo essere diventato il padrone del giorno, ora è il ‘signore della notte’: un principe delle montagne incantate della Sila Grande.
Un principe, ma dentro è pur sempre un lupo. Il lupo della Sila.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top